Asl, in piazza contro i licenziamenti. In 400 bloccano Caserta. GUARDA LE 12 FOTO

CASERTA. Dai presidi ospedalieri la protesta si è spostata al capoluogo. Oltre quattrocento persone in questo momento stanno marciando in corteo per le strade di Caserta. Si tratta dei dipendenti delle ditte di pulizia che temono gli effetti della nuova gara d’appalto indetta dall’Asl dopo lo scandalo che ha coinvolto i manager casertani.

 

La nuova gara è stata vinta da un’azienda che ha già annunciato la riduzione dei costi. Secondo lavoratori e sindacati può essere l’anticamera di un taglio del personale. Per questo motivo negli ultimi giorni si sono moltiplicate le manifestazioni di protesta che hanno riguardato gli ospedali di Maddaloni e Marcianise. Stamattina poi il momento cruciale con il corteo che è partito davanti alla sede dell’Asl nei pressi del Monumento dei Caduti e terminerà sotto la sede della Prefettura.


 

Accanto ai lavoratori della ditte di pulizie c’erano anche i Comitati Unitari di Base. Alcune manifestanti hanno voluto ricordare con uno striscione anche Antonella Fatone, la loro collega 36enne di Piedimonte Matese, morta dopo un malore. Lavorava all’ospedale matesina ed era un punto di riferimento per tutti, oltre per i




Condividi