Comincia il dopo De Angelis, l’esito del summit di Società Civile

MARCIANISE. La prima riunione ufficiale del gruppo SCI Marcianise, dopo lo scioglimento dell’amministrazione De Angelis, si e’ svolta mercoledì 4 novembre nella sede di via Merola. La riunione si e’ incentrata, sin da subito, sull’esigenza di rimettere in moto la macchina comunale in maniera totalmente diversa dalla linea dettata dall’ormai ex sindaco De Angelis.

 

Questo il resoconto del summit e dell’attuale situazione da parte del coordinatore del gruppo Antonio Belfiore: “Più volte alle riunioni di maggioranza abbiamo suggerito con forza di cambiare rotta, molte nostre proposte, peraltro ben documentate, sono state ignorate, spesso abbiamo sollevato accese discussioni per portare l’attenzione su argomenti di interesse comune piuttosto che su argomenti politici. Ancora una volta la politica e’ implosa in maggioranza a discapito della città e dei cittadini”.


 
“Bisogna formare una squadra seria, operativa, che non si faccia condizionare da giochi di partiti, ma che, una volta insediata, si preoccupi esclusivamente della città e dei cittadini di Marcianise interagendo con i quadri di settore. Occorre un’amministrazione che miri a sfruttare tutte le opportunità offerte dall’Unione Europea, dallo Stato, dalla Regione Campania e dalla Provincia, che sappia creare occasioni e posti di lavoro, promuova il più possibile i servizi ai cittadini attraverso il suo ambito sociale C5, sappia valorizzare le eccellenze del territorio siano esse sportive, culturali, commerciali, agricole, industriali o sanitarie, capace di ascoltare il cittadino e si impegni a fondo per formarlo, informarlo, favorirlo e tutelarlo”.

Antonio Belfiore
Antonio Belfiore

“Questi secondo noi sono gli argomenti che una squadra amministrativa valida deve portare avanti durante il suo mandato e non trattarli nel solo periodo di campagna elettorale.
Il piacere della presenza di tante persone nuove a quest’ultima riunione del movimento ci conforta sul nostro operato e ci fa ben sperare in una maggiore partecipazione diretta della società civile marcianisana all’amministrazione della città. Invitiamo tutti i cittadini ad attivarsi”.




Condividi