Ammazzato durante la faida, 23 anni per Antonio Raucci

MARCIANISE. La Corte d’Assise del tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha emesso sentenza di condanna nei confronti di Antonio Raucci, di Marcianise. All’esponente del clan Belforte sono stati inflitti 23 anni di reclusione per la sua partecipazione all’omicidio di Ferdinando Latino, avvenuto a Marcianise nel 2001.

 

Secondo la ricostruzione dei pentiti Raucci aspettava i killer alla guida di una Citroen Saxo nei pressi del campo sportivo di Marcianise. Raucci, infatti, secondo quanto ricostruito nel processo, accompagnò il commando nei pressi dell’abitazione di Latino dove i killer fecero fuoco.


Antonio Raucci
Antonio Raucci

A sparare fu Bruno Buttone che poi ha raccontato i particolari del delitto, avvenuto nell’ambito della faida di camorra che insaguinò Marcianise in quegli anni.




Condividi