Missione a Caspe per Nuzzo e Pascarella

SANTA MARIA A VICO. L’assessore alla cultura Michele Nuzzo ed il consigliere incaricato al gemellaggio Lidia Pascarella, si sono recati a Caspe su invito del sindaco Jesus Senante,  in occasione della trentacinquesima edizione dell’ EXPO di Caspe.

L’amministrazione ha ricevuto l’invito, così come Gaillac, l’altro paese gemellato con Santa a Maria a Vico, a partecipare a questa particolare fiera aragonese per favorire uno scambio culturale e avviare seri e concreti progetti di cooperazione che andranno ad arricchireil patrimonio socio-culturale delle nostre rispettive comunità. È stata un’esperienza formativa di grande spessore culturale oltre che sotto il profilo squisitamente umano. “Ci siamo sentiti a casa nostra grazie alla cordialità e al grande valore dell’ospitalità dei nostri cugini spagnoli. La nostra Comunità -riferiscono-  crede molto negli scambi culturali quale strumento indispensabile per implementare la solidarietà tra i popoli, per conoscere culture diverse che possono, attraverso il confronto, consolidare rapporti di amicizia e creare nuove opportunità di rilancio culturale ed economico. Gli scambi interculturali, infatti, sono strumenti utili per promuovere le nostre bellezze storiche e paesaggistiche, contribuiscono a rivalutare il turismo e l’economia, non solo della nostra Città, ma di tutta la Valle. Grande successo ha ottenuto lo stand riservato dagli organizzatori dell’Expo al comune di Santa Maria a Vico.


Molte persone erano interessate e si soffermavano a chiedere informazioni e a guardare il video contenente un collage dei momenti più rappresentativi dei cortei storici in occasione dei festeggiamenti in agosto. Abbiamo rilasciato, poi, una brochure sulla ricostruzione filologica del nome “Santa Maria a Vico” e del legame con gli aragonesi.  Lo stand ha ospitato i capolavori fotoriprodotti dell’arte presepiale del professor Oberdan Vicario che ha ricostruito a mo’ di presepe le strade e le piazze più rappresentative di Santa Maria a Vico.Sono stati esposti, altresì, ricami dell’ottocento e abiti d’epoca aragonese realizzati con seta di San Leucio e concessi per l’occasione dal Comitato Festeggiamenti Maria SS. Assunta, cui va il nostro ringraziamento. Si è discusso, poi, dei nostri prodotti artigianali ed enogastronomici più importanti tra cui calzature, olio, noci.  Sotto il profilo istituzionale si è discusso di politica europea culturale ed economica, di organizzazione degli uffici comunali, di urbanistica e di ambiente e della necessità di consolidare i rapporti tra i partner gemellati nonché della opportunità  di allargare il gemellaggio con altre città. La rappresentanza ha portato in dono al sindaco di Caspe un’icona raffigurante la tela della Vergine Maria collocata nella parrocchia di San Nicola Magno dipinta dal pittore spagnolo Juan Do nato nei primi anni del seicento e vissuto a Napoli e un drappo aragonese realizzato con seta di San Leucio a cura del Comitato Festeggiamenti Maria SS. Assunta.  Il Sindaco di Caspe ha espresso entusiasmo e viva soddisfazione per il nostro interessamento e i doni ricevuti.La delegazione comunale, partita da santa Maria a Vico il 30 ottobre e tornata il due novembre, era accompagnata dai rappresentanti delle associazioni locali, Civiltà 2.0 e Comitato Festeggiamenti Maria SS. Assunta.




Condividi