Famiglia minacciata e sequestrata da rapinatori. Nella stessa notte 3 raid

SAN FELICE A CANCELLO. Incredibile sequenza di furti e rapine lo scorso week end a San Felice a Cancello, dove sono stati compiuti almeno tre raid presumibilmente ascrivibili ad un massimo di due bande di malfattori.

Il raid più eclatante è avvenuto nella zona di via Polvica a Cancello Scalo a ridosso della collina.

Nel mirino un artigiano di Cancello Scalo il signor A.P., per dinamica del colpo siamo ai livelli di quello che hanno subito i coniugi Carfora 3 settimane fa ad Arienzo ed in parte quello ai danni dell’ex parlamentare Izzo di Airola.

L’artigiano era nel cortile della sua abitazione quando è arrivata a tutta birra una macchina con 5 persone a bordo, tutti armati.

Uno ha puntato la pistola alla tempia all’uomo e lo ha costretto a salire in casa, dove è stata minacciata anche la congiunta.


Sempre con la pistola puntata alla tempia sono andati nell’abitazione del figlio, che vive con la moglie. I quattro coniugi in balia di 4 malviventi a volto scoperto sono stati fatti sedere in una stanza guardati a vista da uno degli incursori, gli altri tre hanno rovistato e preso tutto il possibile dalla casa e solo alla fine, dopo aver chiuso a chiave la famiglia, hanno raggiunto il quinto complice che li attendeva in auto.

NELLA STESSA DUE FURTI, UNO AI DANNI DI UN IMPRENDITORE

Sempre nella stessa notte è stata razziata una masseria di via Polvica del signor Giuseppe D. Hanno fatto sparire oggetti agricoli e trattori.

Inoltre un raid pesantissimo è avvenuto ai danni di un imprenditore del tabacco, il signor Angelo.

Dalla sua azienda sempre in via Polvica sono stati portati via: un trattore, una autobotte, un generatore elettrico molto costoso e tanti attrezzi. Un colpo da decina di migliaia di euro.




Condividi