Il Pd su incarico a Nocera: Crescente ha responsabilità politica

CAPODRISE. Il Pd del segretario Pietro Di Bernardo, chiamato in causa dall’arringa dell’ex sindaco Crescente in merito all’incarico sul Puc all’architetto Nocera, torna di nuovo sull’argomento.

“Scottato dal suo fallimento politico – fanno sapere dal Pd – avvenuto per l’implosione della sua maggioranza, per la sua incapacità ad esercitare un ruolo di leader politico, ancora una volta sottomesso al volere dei suoi tutori (vera causa del suo fallimento), l’ex sindaco Crescente incapace di sostenere un confronto politico civile permette al direttivo del suo gruppo politico  di continuare nella personalizzazione della politica con attacchi assolutamente inqualificabili.


Appena appresa la notizia dalla stampa tutto  il Pd ,non solo il suo segretario politico Pietro Di Bernardo, ha prodotto un documento con cui si chiedeva un incontro al commissario prefettizio in merito alla vicenda  dell’architetto Carmine Domenico Nocera, arrestato per  associazione camorristica, al fine di chiederne la revoca dall’incarico.

Non abbiamo mai intenzionalmente voluto accostare Crescente a nessun personaggio equivoco.

Abbiamo semplicemente appreso una notizia grave e ritenuto di attribuire al sindaco una responsabilita’ politica oggettiva derivante dal proprio ruolo.

Il direttivo di centro citta’ risponde con un attacco ignobile al segretario del Pd, che può solo derivare dal veleno per il fallimento di un’amministrazione comunale, oramai solo impegnata a tutelare qualche interesse di parte e non sicuramente il bene della collettività. Sarebbe opportuno riportare la discussione sul terreno politico e programmatico (cosa che il Pd fara’ normalmente)

saranno poi i cittadini a giudicare”.




Condividi