Il sindaco scatenato alla festa di San Martino (VIDEO)

MACERATA CAMPANIA. Festeggiamenti di San Martino in grande stile a Macerata Campania, come da tempo non si vedeva, il tutto nella giornata di ieri.

Le celebrazioni in onore del santo protettore di Macerata, grazie alle iniziative del parroco Don Rosario Ventriglia, quest’anno hanno assunto grande solennità, come nei tempi passati. Ieri sera in piazza San Martino gli eventi finali, con un sindaco Cioffi scatenato che ha guidato il trenino dei concittadini.

Evidentemente anche l’amministrazione comunale ha mostrato soddisfazione e soprattutto disponibilità per la riuscita degli eventi. Vivande a prezzi popolarissimi esaurite già alle 22, un vero successo.

GUARDA IL VIDEO

 


La devozione dei maceratesi verso il caritatevole cavaliere affonda le sue radici nei secoli passati. L’intitolazione della chiesa al suo nome risale, come annotato nei documenti, al VII-VIII secolo d. C. Varie pergamene dei secoli seguenti la indicano sempre come chiesa di S. Martino Vescovo. Nei lavori di restauro e ampliamento eseguiti nel 1608 dall’Abate
martinoFrancesco D’Isa, fu apposta sul suo frontespizio una lapide in onore del “divo Martino”, alla cui sommità, nella lunetta, spicca ancora oggi, l’immagine del nostro santo immortalato nel sublime atto di carità verso il povero. Dello stesso secolo il superbo e grandissimo quadro che ritrae la vigorosa figura del Vescovo Martino, conservato in chiesa. La festa, un tempo solenne, sfarzosa, è andata negli ultimi decenni a scemare, ricordando la sola distribuzione dei “torroncini” offerti dagli Abati. In un documento del 1730 abbiamo letto di una solenne processione, seguita da musica e grande folla, che si riversava per il nostro paese in segno di devozione. Sarà certamente bello rivivere nuovamente quei momenti anche nella prossima festività del nostro generoso Santo Protettore.




Condividi