Rapina al tabacchi del sammaritano Papale: individuati 3 uomini

CASAGIOVE. Rapina al tabacchi Papale alla via nazionale Appia di Casagiove avvenuta il sette novembre.

Si attendono ulteriori sviluppi dopo un fermo effettuato la notte di sabato di un 38enne pregiudicato di Marcianise riconosciuto dalla vittima quale esecutore materiale e come colui che aveva tolto i soldi dal cassetto mentre il complice dall’ingresso del negozio mostrava la pistola intimidendo la vittima.

La rapina secondo i riscontri è stata portata a termine da 3 persone. Due quelle recatesi  nel tabacchi e il terzo in auto  con motore acceso in via Recalone. Il Papale ripresosi dopo lo choc subìto seguiva in auto a debita distanza i rapinatori e riusciva a segnalare alla polizia il numero di targa che risultava non rubata. Questo fatto ha facilitato l’opera della polizia. L’arrestato infatti risultava già pregiudicato con 2 precedenti specifici (rapina) e per tentata estorsione.


Il tabacchi Papale
Il tabacchi Papale

Per gli altri 2 si aspettano sviluppi nelle prossime ore anche perché gli inquirenti stanno verificando le immagini di altri impianti di video sorveglianza. Sicuramente i rapinatori prima di effettuare il blitz avevano studiato la zona da qualche ora. Infatti nel vicino BAR ROYAL frequentato spesso da forze dell’ordine (vista la posizione e gli orari che effettua ) nella precedente ora prima si erano fermate  una pattuglia della finanza in borghese e poi una della polizia.

La collaborazione e solidarietà di tutti i commercianti di questa zona della Nazionale è sempre viva e già molte rapine e furti sono stati sventati grazie a ciò. Carmine Papale di Santa Maria Capua Vetere, interpellato dalla nostra redazione con un commento ha dichiarato che bisogna sempre denunciare e che lui non ha mai tentennato a  farlo convinto che è l’unico modo sconfiggere la malavita e salvaguardare le attività.




Condividi