Le accuse: Il campo intitolato al nonno del sindaco cade a pezzi

SAN FELICE A CANCELLO. Antonio Nuzzo, ex consigliere comunale di maggioranza di questa amministrazione e cognato dell’assessore delegato alle Politiche sociali Raffaele Crisci, si lamenta con un post su face book delle condizioni del campo sportivo.

Si tratta dello stadio della frazione San Marco Trotti, intitolato alla memoria di Pasquale De Lucia, nonno dell’attuale sindaco.

Questa la foto postata da Nuzzo con un commento inequivocabile
Questa la foto postata da Nuzzo con un commento inequivocabile

Tra i vari commenti al post, sempre Nuzzo dice: “Volevo portare il San Marco a livelli alti ma me l’hanno impedito ho detto tutto”.

Nuzzo quindi scarica la colpa della fine del calcio a San Marco ad altri, probabilmente alla maggioranza di cui fa parte il cognato.

Nel periodo in cui Nuzzo è stato presidente del San Marco il campo sportivo ha vissuto il suo massimo splendore, basta guardare questa foto.


Nuzzo e De Lucia passeggiano sull'allora erbetta verde dello stadio. Sembrava di stare a Wimbledon
Nuzzo e De Lucia passeggiano sull’allora erbetta verde dello stadio. Sembrava di stare a Wimbledon

Lo stadio è ridotto male ed è un peccato, soprattutto per il primo cittadino, visto che porta il nome di suo nonno, il cavaliere Pasquale De Lucia.

Che il sindaco non sia un appassionato di calcio, questo lo sanno tutti, ma vedere una sua ‘creatura’ ridotta così non è un bello spettacolo.

Tornando a Nuzzo vorremmo capirci un pò di più.

Ogni volta che l’ex consigliere comunale fa accuse rivolte agli ex compagnia di cordata sui social o sulla stampa nessuno risponde mai, nessuno che dice niente.

Nuzzo potrebbe parlare a ruota libera per un anno intero senza mai essere contraddetto.

Ma perchè? A questo punto davvero ci aspettiamo una risposta concreta da parte del primo cittadino che deve fare chiarezza, sul campo, ma anche su questi interventi da censore del suo ex consigliere comunale.

 




Condividi