Gestione dei rifiuti, nei guai 2 ‘bufalari’. Uno è di Marcianise

PIGNATARO/MARCIANISE.I carabinieri del Comando Stazione di Pignataro Maggiore, collaborati dal personale dell’Arpac di CASERTA, a conclusione di prolungata attività finalizzata alla salvaguardia dell’ambiente, hanno deferito in stato di libertà, per concorso in inquinamento ambientale e sprovvista autorizzazione per attività di gestione rifiuti speciali pericolosi, un 65enne imprenditore di Marcianise ed un 60enne pensionato di Grazzanise.


I due, in concorso tra loro, hanno sversato una notevole quantità di materiali, quali calcestruzzi, laterizi, refrattari, ceramiche, malte idrauliche, intonaci e fresato d’asfalto, depositandoli a copertura del piano di sedime di una stradina interpoderale sita in Pignataro Maggiore presso la località arianova/lo zingaro, facente parte di un fondo demaniale dato in conduzione al 60enne di Grazzanise.

 




Condividi