Festa di Sant’Antuono 2016, ecco quanti sono i partecipanti

MACERATA CAMPANIA. Si avvicina la festa di Sant’Antuono a Macerata Campania, uno degli eventi più importanti nel panorama delle feste popolari/religiose della Regione Campania. A partire da questo fine settimana il “Paese della Pastellessa” sarà animato dalle prove musicali dei gruppi partecipanti in previsione del grande evento che si svolgerà dal 8 gennaio al 17 gennaio 2016. Nei vari rioni, infatti, fino al 8 gennaio il sabato, la domenica e nei festivi si potrà avere un assaggio di quello che sarà lo spettacolo musicale delle Battuglie di Pastellessa nella storica sfilata dei Carri di Sant’Antuono.

L’evento organizzato dall’Associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa della Parrocchia San Martino Vescovo di Macerata Campania, diretta dal presidente Alfonso Munno e accreditata come NGO presso l’UNESCO, oltre al patrocinio della Provincia di Caserta e del Comune di Macerata Campania ha ricevuto per questa edizione il prestigioso patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.


Si contano al momento ben 20 Battuglie di Pastellessa partecipanti (le iscrizioni si chiuderanno il prossimo 10 dicembre 2015), anche se si contano 2 forse come «I ragazzi del 2000» capitanati da Antonio Visconte e «’A Cantenella» reduce dall’ultimo album «’A voce d”a votte». Questi i nomi delle battuglie iscritte: L’ombra nov’, Suoni antichi, ‘U carr’ ‘e Casavr’, ‘A Cantenella, I wagliun ra vie ‘e for, ‘U carr’ ‘e vasc’ ‘o vasto, ‘A cumpagnia ‘e Sant’Antuono, ‘A gioventù nov’, L’epoca nov’, Cantica popolare, Battuglia libera, I ragazzi del 2000, La compagnia del 2011, La piccola compagnia de “I punto esclamativo”, Cantica popolare caturanese, Gli amici di Sant’Antuono, Pastellesse sound group, ‘E facce nov’, La compagnia de “I punto esclamativo”, ‘A cumpagnia nov’. Fra i partecipanti segnaliamo la new entry de «Gli amici di Sant’Antuono» coordinata dall’Abate don Rosario Ventriglia, a cui si aggiungono i veterani de «’U carr’ ‘e vasc’ ‘o vasto» e de «La compagnia de “I punto esclamativo”» capitanata da Antonio D’Amico ‘O Scavatore oltre al ritorno de «’E facce nov’». Ci sono grandi attese per tutti i gruppi partecipanti alla festa, come per «Pastellesse sound group» e «Suoni antichi» reduci dalla tournée estiva e dalla pubblicazione dei loro ultimi lavori discografici. A questi si aggiunge «Cantica popolare» del maestro Stany Roggiero, sempre più noto a livello internazionale grazie alla partecipazione ad eventi come il

“Concerto del Primo Maggio” di Roma e la collaborazione con artisti come Antoine Michel, a cui gli faranno da spalla una parte dei suoi allievi che quest’anno hanno deciso di partecipare con la nuova battuglia «Cantica popolare caturanese».




Condividi