Larghe intese tra il prof ed Argenziano: c’è già un aut aut

RECALE. Attenti a quei due, è proprio il caso di dirlo quando vediamo sulla stessa linea di convergenza il consigliere Antimo Arco Argenziano, già vicesindaco due volte, e l’assessore Enzo ‘Prufessor’ Piscitelli.

I due sembrano legati da una profonda stima reciproca e nelle ultime settimane si sono incontrati più volte, chissà forse anche in proiezione futura, visto che a Recale oramai si parla molto di quello che dovrà accadere da qui ad un anno e mezzo.


La tradizione recalese di prepararsi per tempo all’appuntamento elettorale potrebbe anche mettere sulla stessa linea i due pezzi da novanta dell’elettorato.

Unica condizione di Piscitelli ad Arco Argenziano è quella relativa ad una chiusura netta ad un ingresso in un futuro progetto di Gino Ferraro, l’altro transfuga della maggioranza insieme proprio all’imprenditore edile.

Nell’ottica elettorale sembrano invece svanire, almeno per ora, le possibilità di una candidatura a sindaco di Lello Barbudos Porfidia, troppo impegnato con la professione…




Condividi