Squilli di rivolta tra i bottari di Macerata. Spunta summit segreto

MACERATA CAMPANIA. Fronda tra i carristi di Macerata Campania in previsione dell’attesa festa di Sant’Antuono.

Alcuni gruppo di bottari starebbero pensando di disertare la manifestazione che ogni anno calamita grande interesse, se non saranno applicate delle modifiche.

Domani sera, in luogo ancora segreto, dovrebbe tenersi una riunione tra i delusi che non sono in linea con l’organizzazione, e che contestano il percorso e parte del regolamento.

Non si conoscono esattamente i nomi di questi pseudo critici, ma senza dubbio non sono riconducibili alla famiglia Morrone e nemmeno ai Pagano di Casalba.

Si contano al momento ben 20 Battuglie di Pastellessa partecipanti (le iscrizioni si chiuderanno il prossimo 10 dicembre 2015), anche se si contano 2 forse come «I ragazzi del 2000» capitanati da Antonio Visconte e «’A Cantenella» reduce dall’ultimo album «’A voce d”a votte». Questi i nomi delle battuglie iscritte: L’ombra nov’, Suoni antichi, ‘U carr’ ‘e Casavr’, ‘A Cantenella, I wagliun ra vie ‘e for, ‘U carr’ ‘e vasc’ ‘o vasto, ‘A cumpagnia ‘e Sant’Antuono, ‘A gioventù nov’, L’epoca nov’, Cantica popolare, Battuglia libera, I ragazzi del 2000, La compagnia del 2011, La piccola compagnia de “I punto esclamativo”, Cantica popolare caturanese, Gli amici di Sant’Antuono, Pastellesse sound group, ‘E facce nov’, La compagnia de “I punto esclamativo”, ‘A cumpagnia nov’. Fra i partecipanti segnaliamo la new entry de «Gli amici di Sant’Antuono» coordinata dall’Abate don Rosario Ventriglia, a cui si aggiungono i veterani de «’U carr’ ‘e vasc’ ‘o vasto» e de «La compagnia de “I punto esclamativo”» capitanata da Antonio D’Amico ‘O Scavatore oltre al ritorno de «’E facce nov’».


AGG. ORE 20

LA POSIZIONE DI PIETRO MORRONE di Battuglia Libera

In merito alla ” presunta rivolta di alcuni gruppi carristici” contro la nuova ordinanza della festa di Sant Antuono 2016, in cui citava come capofila della rivolta le famiglie Morrone Pagano. Ufficialmente siamo pronti a smentire ogni cosa. Visto che Pietro Morrone Capocarro della Battuglia Libera nel mese di ottobre a seguito della riunione tenutasi in Parrocchia, è stato con la sua Battuglia il primo carro ad adeguarsi alla nuova normativa e portare quindi la lunghezza di tale carro dai 16m ai 14m richesti. Accuse quindi prive di fondamenta e dedite solo a creare scompiglio tra la popolazione.




Condividi