False generalità, un 29enne spedito in carcere

VILLA LITERNO. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Casal di Principe in Villa Literno, sulla sp131, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dei reati contro il patrimonio, hanno proceduto all’arresto del cittadino albanese Seferi Astrit, cl. 1986, domiciliato in Frignano, in esecuzione del provvedimento di revoca del decreto di sospensione di ordine di esecuzione e ripristino del medesimo emesso dall’ufficio esecuzioni della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo, dovendo lo stesso espiare la pena residua di anni 1  e mesi 1  per “false dichiarazioni sulla propria identità”.


Nel corso del controllo l’uomo è stato trovato in compagnia di un connazionale che è stato deferito in stato di libertà per ricettazione, riciclaggio e guida senza patente perché mai conseguita.

L’uomo circolava, unitamente agli altri due soggetti, a bordo di un’autovettura, risultata asportata in data 19  ottobre 2015 a Carmagnola (TO). Anche un secondo connazionale è stato deferito nel corso degli stessi controlli per aver fornito dati falsi sulla propria identità ai militari dell’Arma. L’autovettura sulla quale viaggiavano i tre pè stata sottoposta a sequestro.




Condividi