I carristi di Sant’Antuono a cena da don Rosario (le foto)

MACERATA CAMPANIA. Una serata nella canonica dell’Abbazia di San Martino Vescovo, tutti ospiti a cena ospiti di don Rosario Ventriglia, i carristi di Macerata Campania alla stessa tavola.

Con loro anche il trio dell’associazione Salzillo-Munno-Capuano.

Mancava solo il rappresentante di un carro, che probabilmente non è in linea con il grosso della truppa.

Atmsfera serena ed unità d’intenti in proiezione dell’atteso appuntamento che si svolgerà tra poco più di un mese…

Mattatore della serata Antonio D’Amico ‘o Scavatore.

Questo il messaggio di don Rosario a tutti:


“Fratelli protagonisti dei Carri di Santantuono,
Non c’è Sant’Antonio Abate, e la festa, senza NATALE!
Natale: Cristo fiorisce in mezzo agli uomini, come l’Emanuele, il Dio con noi, e non si è vergognato di farsi fratello di tutti. Questa fraternità ci unisce nel suo nome, come ha promesso: “Dove sono due o tre riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro”. È lo spirito di fraternità che può portare la pace al popolo, nella città dove si amministra il bene comune, nelle case, nelle scuole, negli ospedali, nelle fabbriche, negli uffici, in ogni comunità O FESTA, fra due o più”.




Condividi