Traffico di droga, arriva la decisione del giudice per Proteo

ARIENZO. Arriva la decisione del giudice per il 52enne Antonio Proteo di Arienzo (via Nazionale), arrestato il 19 novembre del 2012 assieme ad altre persone con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata al traffico di droga, aggravata dal fine di agevolare il clan Belforte, attivo a Marcianise nel Casertano.

Proteo dopo due anni di detenzione domiciliare da ieri sera è completamente libero.

ANTONIO PROTEO
ANTONIO PROTEO

Il giudice ha accolto l’istanza dei due avvocati difensori Valerio Stravino e Danilo Di Cecco del foro di Santa Maria Capua Vetere.


Era accusato di essere il corriere della droga tra la Spagna e l’Italia per conto del clan di Marcianise. Con lui finirono in manette elementi di spicco della zona di Caserta.

Caratteristica di quella operazione del 2012 fu che gli spacciatori infatti simulavano dialoghi tra innamorati, ricorrendo a frasi d’amore per eludere i sospetti degli investigatori. L’ordinanza fu emessa dal Gip presso il tribunale di Napoli su richiesta del pm della Direzione distrettuale antimafia di Napoli.




Condividi