Camorra, parla Farina: ecco quando Lai diventò un nostro affiliato

MADDALONI. Un passaggio di testimone tra fratelli all’interno della criminalità organizzata maddalonese. E’ questo quello che ha raccontato agli inquirenti Antonio Farina, ex ras maddalonese, ora pentito.

 

Tra gli interrogatori più importanti resi da Farina spicca il verbale del 28 gennaio 2013 quando il collaboratore di giustizia spiega come avvenne il passaggio di consegne tra i due fratelli Giuseppe e Vittorio Lai, entrambi arrestati nel blitz di oggi dei carabinieri.

 

“Vittorio Lai è fratello di Giuseppe Lai, detto u falegname. Lui fino al 2006 ritirava da me lo stipendio del fratello Giuseppe Lai, nostro affiliato detenuto per estorsione – ha dichiarato Farina – Lui non ha mai fatto attività delittuose per il clan fino al mio arresto nel novembre 2006. Successivamente ho saputo, poco dopo il mio arresto, che era divenuto anche lui un nostro affiliato”. Anche altri pentiti, sia provenienti dalle fila della camorra maddalonese, sia dal gruppo degli alleati storici del clan Belforte, hanno raccontato diversi particolari utili alle indagini.


 

law

L’operazione scattata all’alba di stamattina ha portato i carabinieri della Compagnia di Maddaloni, guidata dal capitano Pasquale Puca, a notificare 10 ordinanze: 2 di custodia cautelare in carcere proprio per i fratelli Vittorio e Giuseppe Lai, 7 obblighi di dimora ed un obbligo di firma.




Condividi