Fazione Zagaria, 24 arresti. C’è il sindaco. Sequestrato centro commerciale.

AGRO AVERSANO. Dalle prime ore del mattino e’ in corso una vasta operazione della Polizia e dei Carabinieri di Caserta contro il clan camorristico dei Casalesi facente capo al noto Michele Zagaria. Gli arresti, eseguiti nei confronti di 24 persone, riguardano tra l’altro i reati di associazione a delinquere di stampo camorristico, concorso esterno in associazione mafiosa, riciclaggio ed estorsione. Sequestrato un imponente centro commerciale del valore di sessanta milioni di euro, direttamente riconducibile allo stesso Zagaria.

 

jjReati per associazione a delinquere di stampo camorristico, concorso esterno in associazione mafiosa, intestazione fittizia di beni, riciclaggio, estorsione, falsita’ materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, abuso d’ufficio, truffa, turbata liberta’ degli incanti. La polizia ha sequestrato un imponente centro commerciale, del valore di sessanta milioni di euro, direttamente riconducibile a Zagaria.


ggrLe indagini, coordinate dalla DDA di Napoli, hanno disvelato un complesso sistema criminale finalizzato al riciclaggio dei proventi dei delitti consumati dagli indagati, tra i quali spiccano amministratori locali ed esponenti dell’imprenditoria casertana. I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa.

Tra i destinatari dell’ordinanza Michele Griffo sindaco di Trentola, l’ex assessore Luigi Cassandra, la dirigente Maria Carmen Mottola, il dipendente Vincenzo Picone, Alessandro Falco a.d. della Cis Meridionale del centro commerciale Jambo.

Indagato l’ex assessore Nicola Picone e l’ex sindaco Nicola Pagano.

Sono indagati amministratori locali e esponenti dell’imprenditoria casertana nell’inchiesta che ha portato al blitz di questa mattina contro il clan camorristico dei Casalesi facente capo a Michele Zagaria. L’operazione, a detta degli investigatori, ha scoperchiato “un complesso sistema criminale finalizzato al riciclaggio dei proventi dei delitti consumati dagli indagati”.

GUARDA IL VIDEO




Condividi