Il punto sull’alluvione, Pirozzi: Ci siamo attivati subito per stato di emergenza

SANTA MARIA A VICO. “Dal primo minuto dopo l’alluvione ci siamo attivati per far fronte all’emergenza, abbiamo avviato in primis ogni mezzo e procedura per salvaguardare la sicurezza dei cittadini, ma ci siamo anche impegnati presso sedi istituzionali (prefettura, regione, governo, protezione civile regionale e provinciale) per ottenere  il riconoscimento dello stato d’emergenza.

Ho partecipato all’assemblea dei sindaci dei comuni alluvionati, svoltasi alla Rocca dei Rettori a Benevento, la nostra amministrazione si sta   attivando  per rispondere alle richieste formulate dal Commissario Straordinario, Giuseppe Grimaldi,durante la riunione ”. Così il sindaco di Santa Maria a Vico, Andrea Pirozzi, durante la conferenza stampa che si è tenuta oggi pomeriggio presso la Casa Comunale, nel corso della quale ha ricordato che l’assemblea era stata convocata per chiarire le problematiche della rendicontazione e l’accesso alle risorse finanziarie.


PIROZZI MOSTRA LA MAPPONA DEGLI INTERVENTI
PIROZZI MOSTRA LA MAPPONA DEGLI INTERVENTI

Tale adempimento deve essere onorato mediante la redazione di sei diverse schede che il Commissario straordinario ha inviato a tutti i comuni, il contenuto di tali schede, una volta vagliato dal Commissario, entrerà a far parte di una Relazione che sarà presentata alla Regione e al Governo, inoltre ha  informato che  lo stato di emergenza svincola i comuni dal patto di stabilità e dovrebbe far slittare i  tempi per la rendicontazione (30 dicembre p.v.) delle opere finanziate dall’Unione Europea con i fondi strutturali. I primi finanziamenti saranno erogati per il pagamento delle spese sostenute per le emergenze e la programmazione di quelle opere necessarie a garantire la pubblica e privata incolumità.Su questi interventi di somma urgenza è stata richiesta un’indicazione di priorità.Per quanto riguarda invece il risarcimento dei danni alle attività produttive private ed al singolo cittadino si dovrà attendere un atto successivo. La priorità rappresentata dal sindaco Andrea Pirozziè un collettore che parte da via Ruotoli fino a via Schiavetti, per lo svuotamento pressorio delle acque piovane.

“Da questa occasione, purtroppo nefasta come l’alluvione, si è avviato un cammino per risolvere il problema delle inondazioni definitivamente, il presidente Vincenzo De Luca si è impegnato a finanziare il progetto di un collettore cha da Arpaia arriva a Maddaloni purché condiviso da tutti i comuni interessati. Il protocollo d’intesa dovràessere sottoscritto da otto comuni Arpaia, Acerra, Forchia, Arienzo, Santa Maria a Vico, Cervino, Maddaloni.   Il sindaco Andrea Pirozzi ha pubblicamente ringraziato Fulvio Bonavitacola, assessore regionale all’Ambiente; Giuseppe Grimaldi, commissario straordinario;  Italo Giulivo, Direttore Generale Lavori Pubblici e Protezione Civile Regione Campania per l’assegnazione di un finanziamento di una somma urgente per lo svuotamento del vallone di Rosciano,ha altresì ringraziato il senatore Vincenzo D’Anna  per l’ impegno profuso  presso le sedi preposte.




Condividi