Estorsioni del clan, spuntano altri sei indagati nell’inchiesta. NOMI E FOTO

MADDALONI. E’ un’indagine molto articolata quella effettuata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli insieme ai carabinieri della Compagnia di Maddaloni, guidati dal capitano Pasquale Puca, sulla costola maddalonese dei Belforte.

 

L’inchiesta ha portato all’emissione di dieci ordinanze, due delle quali in carcere per i fratelli Vittorio e Giuseppe Lai. Nell’indagine ci sono però anche altre sei persone che non sono state toccate da misure né provvedimenti e risultano comunque indagate a piede libero. Sono tutti di Maddaloni ed in alcuni casi, come per Michele Madonna, Michele Lombardi e Juri La Manna, si tratta di giovani già toccati da precedenti inchieste dell’Antimafia sul gruppo criminale attivo sotto le due Torri.

 

La Manna viene ad esempio citato nelle 54 pagine dell’ordinanza a proposito della spedizione punitiva fatta, insieme al ras Vittorio Lai, ai danni del noto truffatore Giuseppe Vinciguerra. Il ‘falso capitano’ venne picchiato dai due, perché reo del mancato pagamento della tangente sulle truffe che il gruppo gli chiedeva per fargli proseguire tranquillamente la propria attività.


 

MADDALONESI2

 

TUTTI I COINVOLTI

 

Carcere

Vittorio Lai

Giuseppe Lai

 

Obbligo di dimora

Rosario Cafarelli

Francesco Cerreto

Gaetano Cerreto

Pietro Cerreto

Mario Lai

Vincenzo Piscitelli

 

Obbligo di firma

Esposito Salvatore

 

Indagati a piede libero

Donato Esposito

Rosa Gallo

Giovanni Guzzo

Juri La Manna

Michele Lombardi

Michele Madonna

 




Condividi