Sant’Antuono, ecco il programma della festa. Al via 20 battuglie

MACERATA CAMPANIA. Si è svolta sabato sera 05/12/2015 a Macerata Campania presso la canonica della Chiesa Abbaziale San Martino Vescovo la riunione in cui l’Associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa della Parrocchia San Martino Vescovo ha presentato il programma della festa di Sant’Antuono 2016 ai gruppi partecipanti. Presenti alla riunione l’Abate don Rosario Ventriglia e il direttivo dell’Associazione con il presidente Alfonso Munno, il vicepresidente Domenico Salzillo e il segretarioing. Vincenzo Capuano.

 

Fra i 20 gruppi partecipanti si segnala l’assenza della battuglia «I ragazzi del 2000» del veteranoAntonio Visconte, che quest’anno per motivi organizzativi ha deciso di ritirare l’iscrizione. A non far diminuire il numero dei partecipanti ci ha pensato la nuova battuglia «Sant’Antuono anema e passione» alla loro prima esperienza. Questi i nomi delle 20 battuglie iscritte: L’ombra nov’, Suoni antichi, ‘U carr’ ‘e Casavr’, ‘A Cantenella, I wagliun ra vie ‘e for, ‘U carr’ ‘e vasc’ ‘o vasto, ‘A cumpagnia ‘e Sant’Antuono, ‘A gioventù nov’, L’epoca nov’, Cantica popolare, Battuglia libera, La compagnia del 2011, La piccola compagnia de “I punto esclamativo”, Cantica popolare caturanese, Gli amici di Sant’Antuono, Pastellesse sound group, ‘E facce nov’, La compagnia de “I punto esclamativo”, ‘A cumpagnia nov’, Sant’Antuono anema e passione.

 

L’evento organizzato dall’Associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa della Parrocchia San Martino Vescovo di Macerata Campania, accreditata come NGO presso l’UNESCO, oltre al patrocinio della Provincia di Caserta e del Comune di Macerata Campania ha ricevuto per questa edizione il prestigioso patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.

 


Sono tante le novità dell’edizione 2016 della festa di Sant’Antuono a Macerata Campania, uno degli eventi più importanti nel panorama delle feste popolari/religiose della Regione Campania, che si svolgerà nel “Paese della Pastellessa” dal 8 gennaio al 17 gennaio 2016. Saranno 10 i giorni di festa, che vedrà la sua apertura con la “Notte dei Carri” in cui i visitatori potranno vedere gli ultimi preparativi dei Carri di Sant’Antuono. Il 9, 10 e 17 gennaio 2016 si svolgeranno le sfilate dei Carri di Sant’Antuono che riverseranno nelle strade cittadine i circa 1000 bottari di Macerata Campania.

 

“Sfilata di Apertura” sabato 9 gennaio 2016 con gran finale nella località Caturano, poi il giorno dopo domenica 10 gennaio 2016 l’emozionante esibizione sul sagrato della Chiesa Abbaziale San Martino Vescovo anticipata dalla sfilata nella località Casalba. Il 17 gennaio 2016 gran finale con la processione e la messa svolta dall’Abate don Rosario Ventriglia all’aperto in Via Gobetti, dove saranno presenti tutte le Battuglie di Pastellessa che saluteranno il Santo a suon di botti, tini e falci; a seguire lo sparo dei fuochi pirotecnici figurati in Piazza De Gasperi e l’esibizione finale dei gruppi partecipanti fino a tarda serata.

 

carri2

Nei giorni di sfilata verranno eseguiti 4 percorsi nuovi, che consentiranno ai carri di toccare nuove strade come Via Roma e ritornare in strade dopo 25 anni, come Via Trieste, Via Gramsci e Via Vescovo Mincione, una soluzione che si deve soprattutto alla riduzione dei carri a 14 metri di lunghezza come richiesto dal Sindaco Stefano Cioffi. Lunedì 11 e martedì 12 gennaio 2016 spazio alla sfilata dei carri in forma tradizionale, che andranno a coprire le strade non transitabili dai carri più grandi.

 

Mercoledì 13 gennaio 2016 verrà consegnato il Premio “Historia Loci”, mentre il giorno 14 gennaio 2016 verrà consegnata la Borsa di Studio “Racconta Sant’Antonio Abate” agli studenti dell’Istituto Comprensivo di Macerata Campania. Il 14, 15 e 16 gennaio spazio a balli e canti tradizionali che faranno da cornice ai giochi tradizionali, fra cui il “Palo di Sapone”. Nel corso della manifestazione sarà possibile degustare la tipica “Past’e’llessa” (pasta con le castagne lesse) negli stand in Piazza San Martino.




Condividi