Primarie a Capodrise, ecco tutti i papabili alla leadership

CAPODRISE. Mentre nella maggior parte delle realtà che saranno impegnate alle prossime amministrative sono già stati annunciati candidati e liste al seguito, a Capodrise come al solito va in scena la guerra di logoramento e di posizione.

Delle prossime amministrative si sa davvero poco o nulla e un po’ tutti stanno a guardare cosa accade nel partito più grande, il Pd.

Si andrà con delle Primarie chiuse? O si andrà con delle Primarie aperte a tutto il centrosinistra, così come sta venendo fuori a Marcianise?

In caso di Primarie chiuse i papabili alla carica di leader e quindi di sindaco sono parecchi.

Il segretario Pietro Di Bernardo ad esempio, potrebbe far valere la sua attuale posizione.

Oppure Pietro Pontillo, che mira senza dubbio a compiere un salto di qualità, dopo aver già svolto funzioni di assessore e consigliere in più mandati.

Un altro aspirante alla carica è Silvano Ferraro, già due volte vicesindaco, con lui bisogna sempre fare i conti quando si parla di voti.

L’emergente Pietro Ferraro, uomo cardine dell’attuale Pd ed avvocato e già assessore con Fattopace.

Poi c’è proprio Giuseppe Fattopace, che mira a ritentare la scalata, potendo contare anche su appoggi tra i moderati.


A questi aggiungiamo Enrico M. Pontillo, sindacalista, che ha fatto sapere di essere interessato a concorrere e il biologo Pasquale Buanne, un nome che non è uscito fuori, ma che ha sicuramente le carte in regola per rappresentare la città.

Se si va con le Primarie Fattopace potrebbe innescare un meccanismo particolare, infatti potrebbe essere appoggiato anche dal gruppo del Centro Studi, innestando un meccanismo che ribalterebbe l’attuale status quo, che vede gli uomini capitanati da Liquori invisi ad una buona parte del gruppo del Pd.

In caso di Primarie aperte ed un’intesa con movimenti civici si dovrebbero aggiungere i nomi di un esponente del Movimento civico (Martone o De Filippo) e naturalmente Giuseppe Glorioso, oramai maturo per il salto di qualità, ma perchè no anche Nicola Russo Ciantiello, che meriterebbe un’altra possibilità.

 

In questo maquillage bisogna tenere presente che ci sono altri nuclei con cui fare i conti, è il caso ad esempio dei fratelli Colella, che in ottica elezioni poterebbero ancora recitare un ruolo importante.

candoidati




Condividi