Beccato con una prostituta, la sua risposta spiazza i vigili. Il conto però è salato…

CAPUA. Voleva trascorrere qualche minuto di amore a pagamento. Alla fine però è stato costretto a tornare a casa a mani vuote e per di più con 500 euro in meno sul conto.

 

E’ questa la disavventura capitata nei giorni scorsi ad un 35enne automobilista che si era avventurato sull’Appia nel tratto compreso tra Capua e Vitulazio in cerca di avventure a luci rosse. Lungo la Statale, infatti, ci sono diverse ragazze che si radunano in attesa del cliente di turno.

 

Una situazione conosciuta anche dalle istituzioni che avevano emanato un’ordinanza con multe salate per arginare il fenomeno. Il 35enne evidentemente non ne era a conoscenza. Ha così deciso di abbordare una giovane straniera, vestita in abiti succinti.

 

L’uomo ha abbassato il finestrino ed ha cominciato a parlare con la donna, evidentemente allo scopo di concordare il costo della prestazione. Intento come era in quel dialogo, non è accorto dell’arrivo di una pattuglia della polizia municipale di Capua.

 


I due agenti hanno intimato all’uomo di far vedere i documenti, mentre la lucciola si allontanava dal luogo. I caschi bianchi hanno fatto notare che sul territorio di Capua è in vigore un’ordinanza che punisce con multe salate chi si ferma a parlare con le prostitute.

 

L’automobilista ha provato a giustificarsi sostenendo di non aver consumato nulla. Di fronte alla fermezza dei vigili ha addirittura dichiarato di non aver mai avuto rapporti con una donna, cosa evidentemente ininfluente ai fini della sanzione, ma alla quale gli operanti non hanno creduto anche alla luce della sua età.

capua appia

Gli agenti gli hanno così notificato una salatissima multa da 500 euro, il massimo previsto. All’uomo non è rimasto altro da fare che recarsi al comando di polizia municipale a Capua (anche per evitare di ricevere l’antipatico verbale a casa) e di pagare la somma di denaro in un sol colpo.




Condividi