Quattro rapine: indagini lampo per chiudere il cerchio




SAN NICOLA LA STRADA/SANTA MARIA A VICO. Di notevole importanza l’arresto di ieri di Francesco Biccardi il secondo componente del duo della rapina alla gioielleria Merolillo di Pastorano, quella in cui fu centrato al polmone il titolare.

L’indagine è stata curata dai carabinieri di San Nicola la Strada guidati dal luogotenente Francesco Ciardiello che davvero in pochissimi giorni ricostruirono il quadro probatorio e crearono le condizioni affinchè lo stesso Biccardi potesse poi rivelare particolari importanti anche su altri due raid: uno a Maddaloni  (Brio’)e 2 Santa Maria a Vico (Farmacia  San Marco e profumeria Mariù)

BICCARDI E LUCHETTO D’ADDIO
Il primo ad essere arrestato lo scorso dicembre fu il 40enne Enzo D’Addio alias Luchetto di Santa Maria a Vico nel corso di un blitz rocambolesco nel quale il pregiudicato fu trovato in un’intercapedine della casa del padre.

Biccardi anche grazie all’atteggiamento collaborativo ha di fatto scampato il carcere, ed è stato rinchiuso agli arresti domiciliari.




FRANCESCO CIARDIELLO, IL LUOGOTENENTE CHE HA ESEGUITO LE INDAGINI
Si è fatta luce quindi su una serie molteplici di accadimenti cominciando da quel giorno della rapina a Pastorano dello scorso 10 ottobre.

D’Addio e Biccardi andarono a compiere un raid con una moto rubata che aveva un grosso difetto alla batteria. Per avviare quella moto la mattina chiesero dei cavi elettrici a mezza San Nicola la Strada. Questo è uno dei tanti particolari di una vicenda al limite del grottesco.

Dopo lo sparo nei confronti del titolare, la moto si spense definitivamente, e quindi scapparono a piedi. Dopo aver buttato i caschi nelle campagne si nascosero in attesa dell’arrivo della fidanzata di Biccardi e di un vicino di casa in comune che non sapevano il motivo del loro blitz a Pastorano.

Successivamente i quattro in auto più un ragazzino, figlio del vicino, restarono senza benzina e dovettero fermarsi a qualche centinaio di metri dal distributore nei pressi della Saint Gobain. I carabinieri di San Nicola la Strada non ci hanno messo molto ad incastrarli con indagini compiute veramente ad hoc.

ECCO QUANTO SCRIVEMMO IL 2 GENNAIO SCORSO ANTICIPANDO DI FATTO L’INDAGINE CONCLUSASI IERI

clicca qui per la nostra anticipazione

Condividi