Mirra vuole salvare il Gladiator, frattura insanabile coi D’Anna




SANTA MARIA CAPUA VETERE. La nota del sindaco Mirra sulla vicenda Gladiator. “Leggo la dichiarazione del direttore generale Salvatore D’Anna di una presunta mancanza di interesse da parte mia sulla questione Gladiator. Non è la prima volta che l’amministrazione comunale viene chiamata impropriamente in causa e, sperando che sia l’ultima, devo dire che tali dichiarazioni mi meravigliano non poco perché la famiglia D’Anna – che ringrazio pubblicamente per la disponibilità, riferitami personalmente e che ho sempre letto nelle ultime dichiarazioni, a lasciare a Santa Maria Capua Vetere il titolo del glorioso Gladiator nonché le tribune acquistate – sa bene l’interesse e la vicinanza che l’amministrazione comunale ha in quest’anno dimostrato per lo storico sodalizio, a partire dalla grande disponibilità e sinergia, riconosciuta in più occasioni dalla stessa famiglia D’Anna, affinché l’anno scorso, in tempi record e subito dopo le elezioni, si ottenessero tutte le autorizzazioni per lo svolgimento del campionato.

 




Ribadisco la piena disponibilità dell’amministrazione in tal senso anche per quest’anno ma è chiaro, e deve essere chiaro a tutti e quindi anche allo stesso D’Anna, che l’Istituzione Comune non può e non deve entrare nelle vicende economiche attinenti ad un passaggio della proprietà del titolo. D’Anna sa bene, e gli ho ribadito in più occasioni, che ero e sono disponibile, per amore verso il club nerazzurro, anche ad andare oltre meri compiti istituzionali rendendomi promotore di un eventuale incontro per favorire un confronto ed un’apertura di dialogo qualora vi fossero stati soggetti eventualmente e concretamente interessati a subentrare all’attuale proprietà nella gestione dell’attività calcistica cittadina.

 

Questa mia disponibilità resta ancora ferma e, condividendo le preoccupazioni dei tifosi sammaritani che da molte settimane leggono di presunte cordate interessate all’acquisto, invito pubblicamente chi è interessato seriamente a far sì che anche l’anno prossimo le storiche maglie nerazzurre possano calcare lo stadio comunale a porre in essere tutte le azioni a tal fine necessarie, considerando anche i tempi ormai ristretti per l’iscrizione al prossimo campionato. L’amministrazione comunale ha fatto e continuerà sempre a fare la sua parte per salvaguardare il sodalizio nerazzurro che è nella storia sportiva della città”.

Condividi