Corvino attacca Mirra e soci: ecco come hanno ridotto piazza Mazzini





SANTA MARIA CAPUA VETERE. Duro attacco del segretario cittadino del PSI, Gianfranco Corvino all’amministrazione Mirra accusata di immobilismo e di essersi rintanata nelle stanze di palazzo Lucarelli, ignorando i reali problemi della città.

Gianfranco Corvino, sferra il suo attacco partendo dal degrado e dal mancato controllo sulla centralissima piazza Mazzini, trasformata – afferma Corvino – in un vero e proprio orinatoio. E per sensibilizzare le autorità sull’argomento, ben presto partirà una raccolta di firme realizzata dai commercianti del centro storico.
“Sono ormai innumerevoli le proteste dei residenti e dei commercianti – si legge nella nota stampa – per il degrado in cui versa piazza Mazzini. Persone che fanno largo uso di bevande alcoliche, combattimenti di cani feroci, partite di calcio a cinque fra ragazzi, gare di velocità di macchine e moto, zone trasformate in orinatoi ed improvvisate alcove.”
L'articolo continua




_______Guarda il Video _________
Il tutto avviene, dice Corvino, all’ombra di una fontana ornamentale da qualche anno silente e che è stata trasformata in una cloaca a cielo aperto. Nessun controllo, nessun intervento di riqualificazione, ma tutto scorre nella totale indifferenza degli amministratori impegnati, conclude Corvino, nelle disquisizioni in quale area dovrà svolgersi il famoso Street Food Festival.”
Il biglietto da visita della città, certamente non è più la vecchia piazza Seplasia, l’area dove ai tempi dell’antica Capua si vendevano gli apprezzati profumi di rosa. Di profumi, ora se ne avvertono ben altri.
                                                                                                                                       ANTONIO TAGLIACOZZI
_______Guarda il Video _________
Condividi