Trovato con 18 piantine di droga: il verdetto del giudice per 'O Veronese

SAN FELICE A CANCELLO. E’ libero Antonio Affinita, 24enne di stanza al vico Freddo, arrestato e posto ai domiciliari due giorni fa per il reato di coltivazione di sostanze stupefacenti.
Nell’udienza di convalida il giudice ha accolto l’istanza del suo legale di fiducia, Orlando Sgambati.
‘O Veronese è libero con il solo obbligo di presentazione alla Pg.
 

Il 20 settembre i carabinieri della Stazione di Arienzo a San Felice a Cancello lo avevano beccato.
I militari dell’Arma, nel corso della perquisizione domiciliare d’iniziativa, eseguita presso l’abitazione dell’arrestato, avevano rinvenuto 13 gr. di marijuana e, in un adiacente giardino di proprietà del giovane, avevano scoperto una piantagione della medesima sostanza, composta da 18 piante alte circa 3 m. e risultate avere un peso complessivo di circa 60 kg.
Le indagini dei carabinieri portano comunque sulla pista Talanico/Cave.



Condividi