Tra un mese si entra nel vivo del rimpasto ma gli intoccabili sono troppi




  • SANTA MARIA A VICO. Tra un mesetto e poco più a Santa Maria a Vico si potrebbe cominciare a parlare di rimpasto. L’amministrazione comunale è infatti arrivata al giro di boa.

Ambiscono ad entrare in giunta, giustamente, Lidia Pascarella e Marco Antonio Ferrara, mentre Moniello potrebbe soprassedere anche in virtù dello sgretolamento del gruppo che aveva messo in campo con Pasquale Iadaresta.

Se rimpasto dovrà esserci quindi rischia di essere solo parziale e riguardare i consiglieri comunali Lidia Pascarella e Marco Antonio Ferrara. I patti con loro, soprattutto con il gruppo che aveva sostenuto la Pascarella erano molto chiari e non possono essere disattesi così come avvenne una quindicina di anni fa.

La consigliera, pur reduce da quel terribile mondiale fasullo di kick boxing che ha lanciato il paese nel Guinnes delle taroccate, è una che si muove, è presente e quindi merita al pari di quelli che ci sono di stare in giunta.

C’è un problema di fondo, nessuno vuole mollare la poltrona, l’unico che ha dato una disponibilità è Michelino Nuzzo, che potrebbe essere avvicendato dall’amico Marco Antonio Ferrara, i due oramai fanno coppia fissa. Non è da escludere nemmeno una girandola vecchia maniera con i due Nuzzo a scambiarsi le poltrone e Ferrara consigliere.





Gli intoccabili sono Pasquale Dandy Crisci, Veronica lounge Biondo e Anna Platoon Cioffi. Dato per inteso che Crisci è il vicesindaco ed è stato la chiave dell’acqua per vincere contro i telesiani, le altre due non le smuovi nemmeno con le cannonate.

La Biondo fa riferimento a Crisci, per il più classico dei cartelli, mentre la Cioffi fa cartello addirittura con il primo cittadino.

Infine c’è Carmine Pixel De Lucia il colonnello in quale anche per una questione di cavalleria potrebbe tranquillamente lasciare spazio alla brava Pascarella e permetterle di coronare il giusto percorso.

Il problema è che il colonnello ha già fatto sapere che non ha nessuna intenzione di mollare la poltrona, vuole fare l’assessore per tutto il quinquennio.

In effetti in questi due anni e mezzo ha dato molto, soprattutto con gli extra, cioè quando si è trattato di fare delle foto e di postarle su facebook, in merito a varie attività, inaugurazioni e incontri.

Infine c’è da mettere nel conto anche Masiello eh ambisce s sua volta ad entrare.

A questo punto Pirozzi di autorità potrà decidere di azzerare la giunta e fare tra gli innesti, agendo in maniera unilaterale. Sarebbe sicuramente una risposta importante per il prosieguo dell’attività amministrativa ed un segnale di forza alla città.


Condividi