Verso una città cardioprotetta, domani la giornata conclusiva




VALLE DI MADDALONI. (Simone Crisci) Si avvia all’epilogo il progetto “Verso una città cardioprotetta ” promosso dalla Consigliera comunalel’infermiera Pasqualina Tagliafierro. Un progetto importante di cui non solo l’Amministrazione, ma l’intera cittadinanza, ne va fiera.

Valle di Maddaloni infatti è il primo paese della provincia di Caserta e dell’intera Campania ad essere cardioprotetto e ad aver disposto corsi e misure preventive per la cardioprotezione. Un’iniziativa importante che dà al comune casertano un grande prestigio. Domani mercoledì 15 novembre presso il municipio vi ci sarà la giornata conclusiva del corso BLDS e il 26 novembre presso il campo sportivo comunale ci sarà una manifestazione conclusiva con la relativa consegna degli attestati.

Il corso ha avuto un distinto numero di iscritti, facendo della cittadinanza vallese una cittadinanza che ha adottato come motto il famoso “prevenire e meglio che curare”, imparando le manovre da praticare in caso di soffocamento e disostruzione delle vie aeree per la rianimazione cardiopolmonare di adulti, bambini e neonati. Il corso BLDS è stato promosso, come detto, dalla consigliera delegata alla sanità Pasqualina Tagliafierro, ma in associazione con l’Irc Comunità ed accreditato dalla Regione Campania, e si è diviso in quattro sessioni da cinque ore ognuna.





Già in passato parlammo di questa importante iniziativa dell’Amministrazione di Valle di Maddaloni, dato il successo che riscosse. Il giorno della presentazione la consigliera promotrice Tagliafierro si dichiarò contenta dell’esito ottenuto perché il programma “Verso una città cardioprotetta” è solo il primo passo per creare una cittadinanza vallese formata ed informata su tutto ciò che riguarda la salute, personalmente ringraziando il team di istruttori dell’associazione culturale “Oltre”, il centro di formazione IRC Comunità e la Regione Campania che si impegnarono a collaborare nella realizzazione del progetto, ed anche le varie associazioni di Valle di Maddaloni che erano nella sala consiliare tra cui Siufonia, Pro.loco, Unac, l’associazione teatrale e la Protezione Civile del comune.

Insomma domani a Valle di Maddaloni si avrà il punto di arrivo di un’iniziativa importante e meritevole di lode, ma allo stesso tempo il trampolino di lancio per una comunità formata ed informata, cosciente e consapevole di cos’è la cardioprotezione e di tutte le misure da adottare in caso di necessità, onde prevenire casi tragici di soffocamento.


Condividi