Arriva la svolta per l’ex delegato agli eventi dell’era De Lucia




SAN FELICE A CANCELLO. Giovanni Lanzillo, 50 anni, ex candidato della lista Rinascita, ex delegati ai grandi eventi dell’amministrazione De Lucia, è libero dopo aver scontato più di un anno e mezzo di arresti domiciliari.

Era stato arrestato alla fine del giugno 2016 dai carabinieri della locale stazione che eseguirono un’esecuzione ad un ordine di espiazione di pena detentiva, in regime di detenzione domiciliare, emesso dall’ufficio esecuzioni penali del Tribunale ordinario di Santa Maria Capua Vetere,





giovani lanzillo

Lanzillo ha espiato una reclusione di 1 anno, 7 mesi e 15 giorni, poiché ritenuto responsabile dei reati di commercio di prodotti con segni falsi, ricettazione, violazioni edilizie, violazione dei sigilli e omicidio colposo, delitti, questi, commessi in San Felice a Cancello tra l’anno 1994 e l’anno 2009.

Negli anni scorsi era stato il patron della mitica sagra della Porchetta di piazza Giovanni XXIII e quando fu arrestato scoppiò anche una sorta di caso diplomatico tra i grillini sanfeliciani e l’allora sindaco Pasquale De Lucia che settimane prima gli aveva affidato persino un ufficio presso la casa comunale con tanto di targa sulla porta.

 

 


Condividi