Scarcerato figlio del boss della zona dell’agro




REGIONALE. Un’importante decisione è stata presa in questi ultimi giorni da parte della giustizia nei confronti del giovane Lorenzo Puca, figlio del boss Pasquale Puca, detto “o’ minorenne”. Infatti il tribunale di Sorveglianza, su richiesta del legale difensore, ha decretato la scarcerazione del giovane Puca.

Lo stesso difensore di Puca, l’avvocato Vincenzo De Rosa, ha ricordato come il suo assistito si sia spontaneamente costituito presso il carcere di Frosinone ben dieci giorni fa, il 4 novembre, dovendo scontare una pena residua di 2 mesi ed 11 giorni di reclusione.





Il giovane Puca, infatti, risponde solo ed esclusivamente ad una delle sette iniziali imputazioni di fittizia intestazione di beni aggravate, previste dall’ art. 7 L. 203/91 per le quali, nella fase cautelare, era stato destinatario di ordinanza di custodia cautelare.

E così Puca è stato condannato solo per l’intestazione fittizia relativa all’attività commerciale di un bar (“Dolce Bar”) ed è stato assolto dalle altre imputazioni, che riguardavano l’intestazione fittizia di una società immobiliare e di un centro scommesse.


Condividi