Ecco il verdetto della Corte d’Appello per la compagna di ‘o Scialone




SAN FELICE A CANCELLO. Spaccio di droga la Corte di Appello ha emesso il suo verdetto liberando Angela Galdiero dalla detenzione domiciliare in seguito alla condanna dello scorso luglio. Accolta la richiesta dell’avvocato difensore Clemente Crisci.

La Galdiero da Polvica è la compagna del pregiudicato Antonio Cioffi, 30enne alias lo Scialone. I due furono arrestati assieme lo scorso maggio.

Lo scorso luglio il pm del tribunale di Nola aveva chiesto 6 anni a testa per Angela Galdiero e Antonio lo Scialone arrestati alla fine dello scorso maggio a casa loro a Polvica di Nola, dove il 30enne sanfeliciano era ai domiciliari.

I due, difesi dall’avvocato Clemente Crisci, rimediarono solo un anno di reclusione.

Per Cioffi l’aggravamento della misura e così fu trasportato in carcere a Poggioreale, dove è ancora detenuto. Infatti stava spacciando nonostante sottoposto ai domiciliari.

La Galdiero ottenne agli arresti domiciliari a Polvica di Nola e da oggi è libera.

Il 30 maggio scorso gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Nola e del Commissariato Acerra li hanno arrestati con l’accusa in concorso del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.





L’operazione antidroga avvenne di amttina. Gli agenti entrarono nell’appartamento abitato dalla coppia. Nell’intervento  furono tilizzati anche i cani poliziotto “Kira” e “Nora” che supportarono gli agenti al ritrovamento della droga. In precedenza era stato filmato l’andirivieni di persone da alcune telecamere poste appositamente.

ANTONIO CIOFFI ALIAS LO SCIALONE


Condividi