Scosse di terremoto e boati nella zona al confine col Casertano

AGGIORNAMENTO. A partire dalle 14.34, rende nota la Protezione civile regionale, sono stati registrati una trentina di eventi nell’area Solfatara-Pisciarelli con profondità comprese tra 1 e 3 km. La scossa di maggiore energia è stata registrata alle 15.09 con magnitudo 2.4. L’Osservatorio vesuviano dell’Ingv sta monitorando la situazione. Alcune scosse sono state avvertire distintamente dalla popolazione soprattutto nella zona di Pozzuoli alta, ma anche in alcuni quartieri della confinante città di Napoli. Il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, con un post sul proprio profilo Facebook ha tranquillizzato la cittadinanza ed invita a non creare allarmismi. “Il fenomeno – ha scritto – rientra nella dinamica sismica dell’area dei Campi Flegrei”


CRONACA. Dei boati e delle scosse di terremoto sono state avvertite dalla popolazione di Pozzuoli.

Si tratterebbe di un’attività sismica di lieve entità e probabilmente superficiale. Numerose segnalazioni arrivano dal rione Toiano, via Pisciarelli e Agnano (la zona della Solfatara), da via Campana, da Arcofelice e dal comune flegreo di Quarto: gli eventi più significativi si sarebbero verificati alle 14:50 e alle 14:58.

La gente è sembrata abbastanza preoccupata.

seguiranno aggiornamenti

 




Condividi