Maggioranza in fibrillazione, domani summit tra consiglieri

Marcianise. Fuori si faceva la conta dei danni della tromba d’aria che ha toccato i paesi adiacenti al Vialone. I partiti di maggioranza, nello stesso momento, stavano facendo i conti con le conseguenze di un altro piccolo tsunami, quello a 5Stelle che sette giorni prima aveva imperversato su Marcianise, mettendo il Pd al 9% e segnando una brutta sconfitta per il centrosinistra, in un contesto regionale già depresso.

All’incontro erano presenti i segretari cittadini dei gruppi che formano la maggioranza di Antonello Velardi: Angelo Raucci del Partito Democratico,  Gaetano Madonna di Centro Democratico, Gabriele Amodio di Città Nuova, Franco Agrippa di Orgoglio Marcianise, Alessandro Tartaglione di Campania Libera e Carmen Ventrone.


All’ordine del giorno c’era solo un punto all’ordine del giorno: l’analisi del voto di domenica scorsa. Le parti si sono aggiornate a domani sera quando è stato programmato un vertice di maggioranza al quale parteciperanno tutti i consiglieri comunali di maggioranza. In quel caso si discuterà del rilancio dell’azione amministrativa: tra le proposte che potrebbero uscire dal summit c’è quella di un rimpasto di giunta.

Le fibrillazioni nella coalizione non mancano ed anche lo stesso Partito Democratico sembra spingere per una maggiore rappresentanza nell’esecutivo. Prima del vertice di ieri era uscita allo scoperto anche Terra di Idee, peraltro voce critica della maggioranza da ormai un anno. A questo quadro si aggiungono anche le dimissioni di Angelo Carusone, che sarà sostituito da Luciano Buonanno, e il nuovo silenzio del sindaco che da qualche giorno ha sospeso il suo Diario.




Condividi