Asili nido, nuove agevolazioni per le famiglie in difficoltà

Caserta/San Nicola La Strada/Casagiove. Potenziare l’offerta di nidi e micronidi del territorio e venire incontro alle esigenze delle famiglie. E’ l’obiettivo dei due avvisi di invito a Manifestazioni di Interesse dell’Ambito Territoriale C1 (di cui Caserta è capofila) rivolti, rispettivamente, ai titolari di asili nido disponibili a riservare posti per l’utilizzo di voucher di servizio ed ai genitori interessati a fruire del servizio.  La Regione Campania ha, infatti, destinato 9.4 milioni di euro, finanziati con le risorse del POR Campania FSE2014/2020 al sostegno economico alle famiglie con figli al di sotto dei 36 mesi che usufruiscono dei posti nido. L’erogazione dei voucher di servizio sarà gestita proprio dagli Ambiti Territoriali Sociali con l’obiettivo di sostenere le famiglie meno abbienti e di favorire la conciliazione della vita familiare con l’attività lavorativa.


I voucher potranno coprire i costi per undici mesi è l’importo massimo concedibile varierà tra i 4mila e gli 8mila euro l’anno. All’Avviso possono partecipare le famiglie residenti in uno dei Comuni dell’Ambito (Caserta, San Nicola La Strada, Casagiove, Castel Morrone) che abbiano figli in età utile per la frequenza di un asilo nido o micro-nido tra 0 e 36 mesi non compiuti; che siano collocati in una lista d’attesa per la frequenza di nidi/micro-nidi a titolarità comunale o siano residenti in Comuni privi di servizi di nidi/micro-nidi. Entrambi gli Avvisi, il cui testo completo è consultabile sul sito internet del comune www.comune.caserta.it, scadranno il prossimo 22 marzo. Successivamente, in seguito alla valutazione delle domande pervenute, l’Ambito Territoriale redigerà ed approverà un’apposita graduatoria sulla base dell’ISEE familiare.

“Ringrazio la Regione ed in particolare l’assessore regionale all’Istruzione e alle Politiche sociali Lucia Fortini – ha spiegato il sindaco Carlo Marino – che ci hanno messo a disposizione un altro strumento concreto per venire incontro ai bisogni sociali ed anche economici di tante famiglie. Il nostro obiettivo è rendere effettivo il diritto per tante persone, a partire proprio dalle donne, a conciliare la vita lavorativa con la vita, altrettanto faticosa, di essere genitore”.

“I voucher di servizio per i nidi – ha aggiunto l’assessore alle Politiche Sociali Maddalena Corvino – saranno uno strumento molto importante che, finalmente, consentirà a tante giovani donne di non dover rinunciare al lavoro a causa dell’arrivo di un figlio. Non solo tutela della famiglia e dell’infanzia dunque, ma anche tutela del lavoro e della dignità”.




Condividi