Fermati per droga, in azione le unità cinofile

L’AGGIORNAMENTO

San Nicola la Strada. In San Nicola la Strada (Ce), i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta, coadiuvati dal nucleo cinofili di Sarno, hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, D’Agostino Carmine, cl. 80, del posto e DRIDI ABDELHAFIDH Ben Moha cl. 64, tunisino. I due, notati dai militari dell’Arma nei pressi dell’abitazione del cittadino extracomunitario e sottoposti a perquisizione personale sono stati trovati in possesso di 5 dosi di hashish per un peso complessivo di gr. 10.6.

La successiva perquisizione effettuata presso il domicilio del cittadino extracomunitario, con l’ausilio di un team cinofilo, ha permesso di rinvenire ulteriori 140 gr. di hashish, suddiviso in 63 dosi, 50 gr dimarijuana, suddivisa in 31 dosi e 380 euro in banconote di vario taglio, ritenute provento della illecita attività. La droga ed il denaro sono stati sottoposti a sequestro. Gli arrestati sono stati tradotti presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

LA NOTIZIA IN ANTEPRIMA SU EDIZIONE CASERTA

San Nicola la Strada. Il versante sannicolese del Vialone si conferma un punto caldissimo per lo smercio di stupefacenti. Dopo gli arresti delle scorse settimane i carabinieri del reparto operativo del comando provinciale di Caserta nel primo pomeriggio di oggi hanno concluso un’altra brillante operazione tesa a contrastare il fenomeno dello spaccio.


Stavolta sono stati in due a cadere nella rete degli uomini della Benemerita: entrambi sono residenti a San Nicola la Strada. Si tratta di Carmine D’Agostino, 38 anni, e Abdelhafidh Ben Moha Dridi, 54 anni, di origine tunisina. I due sono stati bloccati dai militari dell’Arma, impegnati in un servizio di controllo del territorio, all’altezza della rotonda di San Nicola la Strada.

Sono stati identificati e controllati. Al termine dell’attività ispettiva, estesa anche alle rispettive abitazioni, i carabinieri hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro ben 200 grammi di sostanza stupefacente tra hashish e marijuana. Inoltre è stata requisita anche la somma di denaro di 400 euro in contanti, ritenuta dalle forze dell’ordine possibile provento di attività illecita.

I due sono stati immediati trasportati in caserma con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze e dopo le formalità di rito seguite all’arresto, trasferiti presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere. In carcere attenderanno di essere ascoltati dal gip per l’interrogatorio di garanzia. I due arresti rientrano nel quadro di un’ampia attività di contrasto allo spaccio estesa all’intera provincia di Caserta.

 




Condividi