Don Diana, pronte le celebrazioni per l’anniversario della scomparsa

Casal di Principe. La comunità di Casal di Principe e l’intera comunità diocesana si preparano a vivere il 24° anniversario dell’uccisione di don Peppe Diana per mano della camorra, che cadrà lunedì prossimo, 19 marzo 2018.

Tre i momenti che caratterizzeranno questo momento sempre profondamente sentito nel nostro territorio e non solo. Venerdì 16 marzo, alle ore 20.00, è in programma una Via Crucis che si snoderà per le vie adiacenti la Parrocchia San Nicola e che si concluderà con l’ultima stazione presso la casa di Don Diana: “Questa prima tappa rappresenta un segno tangibile di vicinanza alla figura di don Peppe, unendo la sua tragica fine  al sacrificio e alla passione di Gesù”, annuncia don Francesco Picone, Parroco di San Nicola e Vicario Generale della diocesi di Aversa.


Domenica 18 Marzo, alle 10.30, sarà celebrata la Santa Messa con la partecipazione della Caritas Diocesana per l’accoglienza nel centro parrocchiale di una famiglia eritrea, giunta nel nostro paese grazie ai corridoi umanitari attivati dalla Caritas in collaborazione con la Conferenza Episcopale Italiana. “Questa disponibilità si pone semplicemente nel solco di un cammino che la nostra comunità parrocchiale ha già intrapreso negli anni scorsi, sposando in pieno il progetto “Protetto, Rifugiato a casa mia” di Caritas Italia. In virtù di quest’adesione, per un anno abbiamo ospitato nella nostra struttura due ragazzi del Mali, oggi perfettamente integrati socialmente e lavorativamente nel nostro tessuto. Ma anche questo nuovo percorso di accoglienza si pone in continuità e costituisce un ulteriore punto di contatto con l’impegno di don Peppe Diana, che fu tra i primi a volere fortemente, e poi a realizzare concretamente proprio a San Nicola, un centro di accoglienza per immigrati”.

Lunedì 19 Marzo, giorno del ventiquattresimo anniversario, il Vescovo di Aversa S.E. Mons. Angelo Spinillo presiederà la Santa Messa alle ore 19.30. La celebrazione sarà preceduta alle ore 16.30 da un momento di riflessione e di festa con i bambini della parrocchia.




Condividi