Droga dei Belforte, 28 a processo: parlano i pentiti

MARCIANISE. Stamattina c’è stata un’udienza del processo per le 28 persone coinvolte nell’indagine sulla vendita di droga nelle piazze di spaccio di Marcianise, gestite da pusher vicini al clan Belforte.

Si è trattato di un appuntamento interlocutorio: la Dda ha provveduto ad acquisire i verbali di interrogatorio di due pentiti di lungo corso dei Mazzacane, come Giacomo Nocera e Michele Froncillo.


Sotto processo ci sono Valentino Acerra, di Marcianise, Salvatore Allegretta, di Marcianise, Andrea Bizzarro, di Marcianise, Aniello Bizzarro, di Marcianise, Antonio Braccio, di Marcianise, Martina Castiello, di San Nicola la Strada, Salvatore Coppola, di Caserta, Antonio Corvino di Caserta, Francesco Corvino, di Caserta, Giovanna Di Giovanni, di Marcianise, Nicola Di Giovanni, di Marcianise, Alessandro Di Monaco, di Macerata Campania, Andrea Di Monaco, di Macerata Campania, Edoardo Esposito, di Napoli, Davide Grassi, di Macerata Campania, Angelo Alessio Grillo, di Capodrise, Giuseppe Grillo, di Marcianise, Alfonso Morra, di Napoli, Anna Natale, di Caserta, Massimo Natale, di Caivano, Vincenzo Salvatore Patricelli, di Marcianise, Giuseppe Patricelli, di Marcianise, Maria Paola Piccirillo, di Caserta, Giuseppe Perri di Bisignano, Rita Raucci, di Marcianise, Teresa Rea, di Caserta, Giusy Viscione, di Caserta, Angelo Zarrillo, di Caserta. Tra gli indagati spicca Giuseppe Grillo, detto “Peppe ‘o pallino”, nipote dell’imprenditore Angelo Grillo, ritenuto quest’ultimo vicino al clan Belforte e detenuto al 41bis.

I reati contestati sono, a vario titolo e con ruoli diversi, quello di associazione a delinquere e spaccio di sostanze stupefacenti, per alcuni con l’aggravante di aver agevolato il clan Belforte di Marcianise. L’inchiesta è scaturita da una serie di arresti in flagranza di reato avvenuti tra il 2013 ed il 2015 in città ed effettuati dalle forze dell’ordine.

 




Condividi