Le allieve del “Novelli” protagoniste all’evento “Incontro con il poeta”

Marcianise. Giovedì alle ore 17.00 presso il Teatro Gelsomino di Afragola, si è tenuta la manifestazione “Incontro con il poeta Giacomo Leopardi: l’Ultimo tramonto”. Alla manifestazione hanno partecipato le allieve dell’indirizzo Abbigliamento e Moda dell’ISISS “G. B. Novelli” di Marcianise che hanno contribuito a ricordare Giacomo Leopardi e alcune sue opere attraverso degli abiti con i quali è stata allestita una mostra che rimarrà aperta fino a domenica 18 marzo.
Le allieve della classe 4AM hanno riprodotto le suggestioni emotive generate in loro dalla lettura e riflessione su alcuni versi tratti dalle preziose liriche del Leopardi confezionando sei abiti che rappresentano il passaggio dalla fase iniziale del pessimismo leopardiano fino all’ultimo periodo, quello del pessimismo “eroico”.

I colori tenui dell’abito “A Silvia” sottolineano la giovinezza spensierata di chi si affaccia alla vita con quelle illusioni di felicità ben presto tradite dalla realtà; la cascata di roselline di vari colori disposte sulla morbida sopravveste della “donzelletta”, emblema dell’attesa della felicità de “Il sabato del villaggio”. L’abito total black, di stile Dark, un tubino di pelle a cui è aggiunta un’ampia balza in georgette sostenuta da tulle rigido e stecche che si apre a raggiera, evoca il senso del male esistenziale espresso in “A se stesso”. La sua profonda convinzione sulla inutilità della vita, ostacolata dalla Natura, basata sul dolore che caratterizza l’esistenza degli uomini è espressa dall’abito realizzato per “Il tramonto della luna” in taffetà nero ed organza, composto da un corpetto aderente impreziosito da una decorazione floreale. Il suo testamento poetico è sicuramente affidato alla canzone “La Ginestra o il fiore del deserto” , le studentesse hanno inteso rappresentare la suggestione emotiva creata dalla visione dell’imponente e minaccioso Vesuvio contrapposta alla vivacità e allegria del popolo napoletano con le sue voci e i suoi colori. E’ da questa suggestione che è stato realizzato l’abito composto da un corpetto aderente fucsia e da una gonna voluminosa e ampia, del medesimo colore, decorata con spirali in paillettes multicolor, simbolo della maestosità del Vesuvio che incornicia e abbraccia la sua Napoli. Ed infine, la ginestra, la luminosa e profumata ginestra, tanto delicata eppure abituata a terreni aridi ed inospitali, ha ispirato la realizzazione di un abito dalla linea semplice, composto da un corpetto aderente azzurro,impreziosito da tanti luminosi e leggiadri fiori di ginestra, realizzati in tessuto, e da una gonna in tessuto morbido giallo che suggerisce il colore delle splendide ginestre e la resistenza dell’eroica pianta.
Ai numerosi visitatori è piaciuto il connubio, versi leopardiani e abiti. E’ stato apprezzato lo sforzo delle allieve di svelare gli aspetti più profondi di alcuni versi delle poesie del Leopardi attraverso le dinamiche della Moda.
L’evento promosso dall’Associazione Culturale “La Fonte delle Muse” di Afragola è stata un’opportunità per la nostra scuola – ha dichiarato il Dirigente Scolastico Emma Marchitto – per proporre alle allieve la poesia in maniera accattivante in maniera innovativa, direi. Il lavoro dei docenti, che hanno supportato le allieve, non è stato solo trasmettere i significati della poesia leopardiana, ma la possibilità di risvegliare dentro di loro la creatività, una qualità fondamentale per future stiliste”.
Soddisfazione è stata espressa dai docenti Angela Letizia, Maria Guerriero, Silvana Merenda, Rosa Casanova, Flora Del Giudice ed Emilio Romanucci per il successo ottenuto dalla mostra che contribuisce al costante impegno quotidiano nella crescita dell’istituto.



Condividi