Raid Tenneriello, caccia a 3 banditi. C’è un testimone

Maddaloni. Un nuovo colpo messo a segno dalla banda di topi d’appartamento che sta terrorizzando la città di Maddaloni. Questa volta a farne le spese, come riportato da “Il Mattino” è stato il medico e portavoce del Movimento Democratico, Angelo Tenneriello, residente nel secondo tratto di via Appia.

Poco meno di mezz’ora e la sua abitazione è stata ripulita di contanti, gioielli e beni preziosi vari per un bottino complessivo che sfiora i 10mila euro. Il modus operandi della banda è sempre lo stesso: appostarsi sotto le abitazioni  ed attendere l’uscita degli inquilini, non prima però di aver studiato per bene le loro abitudini, onde evitare eventuali passi falsi. Ed è proprio questo ciò che sconvolge di questa gang. Sono ladri organizzati, abili, sicuri di sé e soprattutto compiono ogni colpo con enorme nonchalance senza mai farsi prendere dal panico.


A dimostrarlo, sono le telecamere di sorveglianza che li ha più volte ripresi: tre uomini incappucciati con il volto semicoperto che, anche dopo aver commesso la razzia, restano estremamente composti, non scappano e si fanno quasi beffa del fatto di essere ripresi. A nulla sono servite le occhiatacce preoccupate di alcuni testimoni, così come la “soffiata” di un residente allarmato che ha indotto il proprietario dell’appartamento ad attivare l’antifurto satellitare a distanza.

Non si sa se il gruppo di scassinatori sia l’unico ad operare sul territorio, ma la ricostruzione dei vari sistemi di vigilanza, induce gli inquirenti a credere che numerosi furti attuati in passato sempre in quella zona, siano attribuibili al trio organizzato. Ma ciò che preoccupa realmente , è l’ipotesi che esista una vera e propria rete di topi d’appartamento specializzata in furti di questo tipo. Negli scorsi mesi, sono stati infatti eseguite effrazioni a raffica in via Ponte Carolino, viale Europa, via Montano e via Francesco D’Assisi.

Una situazione che comincia a diventare ingestibile e che sta costringendo molti residenti a restare chiusi in casa di sera, col terrore di perdere tutti i beni conquistati con vite intere di sacrifici.




Condividi