Niente fondi alle ragazze madri, protesta in Comune

Acerra. Proteste delle ragazze madri di Acerra, che chiedono a gran voce di rientrare nei fondi regionali erogati per il contrasto alla povertà dopo che la Regione, lo scorso anno, ha eliminato il sussidio loro dedicato. Le donne chiedono un assegno mensile al Comune che, a quanto fanno sapere dal palazzo municipale, non potrà essere erogato per la soppressione del fondo regionale dedicato alle sole ragazze madri.

L’amministrazione comunale, fanno sapere dal Comune, aveva garantito ugualmente il sussidio alle mamme lo scorso dicembre per la quota di competenza comunale, impegnando altri fondi, per evitare difficoltà improvvise.


”Il sussidio era una boccata di ossigeno per molte ragazze madri, separate o vedove – spiega all’Ansa Filomena De Falco, presidente dell’associazione ‘Mamme unite’ di Acerra – molte di noi lo utilizzavano per visite mediche, per comprare vestiario ai bambini, o per l’acquisto di materiale scolastico. Ma ad un tratto i fondi sono stati soppressi e la Regione ha deciso di erogare i fondi per il contrasto alla povertà, nei quali solo una piccola percentuale di ragazze madri rientra, in quanto in tante si appoggiano alla famiglia di origine. Il sindaco Raffaele Lettieri a dicembre ci aveva lo stesso garantito un assegno per la parte di competenza comunale, ma noi vorremmo rientrare in quei fondi erogati dalla Regione che potrebbero essere un vero aiuto per chi è in difficoltà come una mamma che cresce i propri figli da sola”.

Le donne, una ottantina in tutto, chiedono che il Comune dia loro priorità nell’erogazione dei fondi per il contrasto alla povertà elargiti dalla Regione, sottolineando che in caso contrario sono pronte a far valere le proprie ragioni con proteste. Dal Comune, invece, sottolineano che i fondi sono destinati a tutte le forme di contrasto alla povertà e non solo alle ragazze madri, e che i fondi regionali sono erogati con contributi ”una tantum” e non mensilmente come avveniva fino a luglio dello scorso anno.




Condividi