Bad Boys 2, la sentenza

CASAL DI PRINCIPE/SAN CIPRIANO. Sono arrivate anche le condanne di secondo grado nell’ambito del processo “Bad Boy 2” relativo alle estorsioni effettuate dalla fazione Schiavone dei Casalesi tra l’agro aversano e il basso Volturno

Cinque le condanne confermate dalla Corte di Appello: tra i personaggi di spicco figurano Omar Schiavone, nuova leva della cosca e nipote di Sandokan, e Romolo Del Villano, gregario ed ex titolare di un bar.

Durante l’indagine sono stati constatati 11 episodi di estorsione che consistevano tutti nell’imposizione di materiale pubblicitario commerciale nella zona di Grazzanise e comuni limitrofi. La pubblicità veniva gestita da un’agenzia pubblicitaria di San Marcellino. Nel corso dell’attività di indagine i carabinieri hanno trovato anche liste riportanti i circa 300 commercianti a cui veniva imposto il materiale fornito dalla società.


Omar Schiavone e Romolo Del Villano

Stando alla ricostruzione dell’accusa, il gruppo aveva anche a disposizione delle armi per imporre le estorsioni, servendosi di un modus operandi simile a quello scoperto già nel maggio 2012 a Casal di Principe ed utilizzato dal gruppo che faceva capo a Emanuele Libero Schiavone, terzogenito del boss Sandokan. L’inchiesta venne portata avanti dai carabinieri della stazione di Grazzanise, in sinergia con la Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, anche attraverso l’utilizzo di intercettazioni.

LA SENTENZA

(tra parentesi sentenza di primo grado e residenza)

 

Romolo Del Villano 3 anni e 2 mesi (6 anni – San Cipriano d’Aversa)

Carmine Lavagna 2 anni e 9 mesi (3 anni e 8 mesi – Aversa)

Romeo Scarano 3 anni e 4 mesi (4 anni e 4 mesi – San Marcellino)

Omar Schiavone 4 anni (7 anni e 4 mesi – Casal di Principe)

Francesco Massimo Zippo 5 anni e 4 mesi (6 anni – San Cipriano d’Aversa)

Francesco Barrino 5 anni e 8 mesi (Casal di Principe)

Raffaele Biondino assolto (Trentola Ducenta)

Giuseppe Del Villano 4 anni e 4 mesi (San Cipriano)

*In continuazione con un’altra condanna

 

 




Condividi