Comune, la Giunta saluta ufficialmente l’assessore Petrillo

Caserta. Saluti istituzionali in apertura del Consiglio Comunale per il nuovo assessore, l’ingegnere consulente per la protezione civile antincendio Tiziana Petrillo, che prende il posto dell’uscente Daniela Borrelli. La Petrillo assume le deleghe allo Sviluppo e sicurezza cittadina, Videosorveglianza, Decoro urbano, efficientamento energetico degli edifici pubblici e Rapporti con le Università finalizzati alla crescita culturale della città.

“Ringrazio particolare va al Sindaco Marino che ha dimostrato di avere grande fiducia nei miei confronti – ha riferito la Petrillo.- Ho avuto un po’ di timore iniziale, è un incarico prestigioso ma pieno di responsabilità. E’ desiderio di tutti di risalire i gradini di quella la graduatoria che vede la città di Caserta tra le ultime in Italia. Ho svariate deleghe  ma io desidero siano strumentali per lo sviluppo culturale casertano, non solo nel senso classico del termine, ma affinchè possa prendere piede un nuovo confort strutturale ed ambientale per rendere la cultura fruibile ai cittadini. Credo fermamente nel lavoro di squadra e sono pronta a farlo con voi, per vedere finalmente Caserta come un gioiello che ha delle potenzialità enormi. Ciò che distingue una città dall’altra è dare un’identità culturale e il suo saper discernere un contesto storico e sociale da un altro.”


Grande soddisfazione per il gruppo ‘Insieme’ composto dai consiglieri Giovanni Megna e Roberto Peluso, di cui proviene l’assessore Petrillo.

“Auguro buon lavoro al nuovo assessore, siamo certi sarà capace di mettere a disposizione della città le sue capacità. Un assessore alla Cultura non deve essere per forza un insegnante per essere portatore di istruzione. Le sue capacità tecniche ed ingegneristiche potranno essere utilizzate per uno sviluppo più ampio del termine – ha dichiarato Megna”

C’è però da sottolineare che l’assessore uscente, la professoressa Daniela Borrelli, continuerà il proprio lavoro in veste di delegata del sindaco per la Pubblica Istruzione, il Sistema dei musei e delle biblioteche, e la Catalogazione e digitalizzazione del patrimonio bibliografico antico per i rapporti con la Regione. Un ruolo che il gruppo “Insieme” definisce ‘un po’ ambiguo’: “Chiediamo chiarezza sulla qualificazione giuridica della Borrelli (assente durante la seduta ndr) per preservare l’equilibrio politico della maggioranza” – ha chiesto con insistenza il consigliere Megna.

 




Condividi