Droga in taxi, Formati torna in libertà

Caserta. Dopo la consistente riduzione della condanna in secondo grado arriva un’altra svolta positiva per la situazione processuale di Elio Formati, il giovane di Caserta coinvolto nell’inchiesta sullo spaccio di droga nel capoluogo, con gli stupefacenti trasportati in taxi.

La terza sezione penale della Corte di Appello di Napoli ha accolto l’istanza presentata dal legale di fiducia, l’avvocato Giuseppe Foglia, ed emesso oggi il provvedimento di revoca della misura cautelare degli arresti domiciliari, cui il giovane casertano era sottoposto. Formati è ora completamente libero in attesa della conclusione del procedimento che è già arrivato al termine del secondo grado di giudizio.

Appena due settimane fa, infatti, fu emessa dalla Corte di Appello la sentenza. Formati ha ottenuto una sostanziale riduzione: dagli 11 anni di reclusione inflitti in primo grado ai 4 anni fissati nei giorni scorsi.


Secondo le indagini della Procura gli imputati avevano allestito un sistema “itinerante” di spaccio grazie al quale, dopo un primo breve contatto telefonico con l’acquirente, la cessione veniva perfezionata da lui o da uno dei suoi complici in un luogo pubblico, che variava continuamene, indicato cripticamente tramite telefono cellulare. Talvolta i consumatori si recavano presso l’abitazione  per trattare l’acquisto e consegnare il denaro, poi gli veniva loro indicato il luogo dove avrebbero trovato il pusher pronto alla consegna.

Elio Formati

 




Condividi