Cgil sul carcere di Arienzo: “Ci sono problemi da risolvere”

ARIENZO. “Un istituto penitenziario datato che necessita di lavori di manutenzione e ristrutturazione soprattutto nei posti di servizio della polizia penitenziaria” questo il primo commento rilasciato dalla delegazione della Fp Cgil che oggi ha effettuato una visita sui luoghi di lavoro nel carcere di Arienzo.

“A complicare ulteriormente la situazione lavorativa del personale – prosegue il sindacato – vi è l’assenza di una mensa di servizio o di altri luoghi di ristoro. Inoltre, non risulta siano state messe in atto iniziative finalizzate al miglioramento delle condizioni di lavoro del personale. Sembra quasi l‘amministrazione centrale e periferica abbiano dimenticato che in questo istituto mancano mezzi di trasporto nonostante si rendano necessari numerosi spostamenti per le visite ospedaliere dei detenuti, tra l’altro gestite da un istituto di un’altra provincia. Questa situazione comporta un grave dispendio di energie umane ed economiche.


Basterebbe intervenire sulla organizzazione interna – conclude la Fp Cgil – per migliorare le condizioni di lavoro del personale di polizia penitenziaria garantendo a tutti il godimento dei diritti soggettivi. In tal senso abbiamo sollecitato la direzione nella speranza che le nostre proposte siano recepite e trasformate in progetti concreti”.




Condividi