Sì al bilancio dopo il no del revisore, la minoranza: “Oliviero è spacciato”

AGGIORNAMENTO ORE 00 E 27.  E’ finito poco prima di mezzanotte il consiglio comunale di Portico, quello sull’approvazione del bilancio previsionale.
Alla fine il bilancio, nonostante il parere negativo del revisore dei conti, è stato approvato con i voti della maggioranza, qualcuno del gruppo Oliviero avesse manifestato qualche remora.
Alla fine della seduta c’è stato anche un siparietto tra gli esponenti della minoranza e il dottor Pallisco, il consulente di Oliviero, che pare avesse invitato la maggioranza ad approvare.
I consiglieri Cristillo e Russo lo hanno invitato ad andare via, visto che appariva nella veste inconsueta di suggeritore.
La tensione è arrivata a mille anche dopo la seduta, qualcuno ha anche chiamato i carabinieri temendo una zuffa. Prima avevano minacciato di chiamarli per l’assenza del revisore dei conti, volevano comunque votare senza che venisse letto il parere.
Il consigliere di opposizione ed ex sindaco Carlo Piccirillo ritiene che la maggioranza sia spacciata, e che i suoi membri rischino grosso anche dal punto di vista della giustizia ‘contabile’

“Hanno fatto un casino – dice l’architetto – era meglio sentire il revisore, interverrà la Corte dei Conti. Si tratta di residui contabili che non potevano essere imputati, dovevano sospendere e riprendere domattina.
il bilancio non può essere approvato così, si configura lo scioglimento del Consiglio se vanno avanti, stanno in una situzione di responsabilità grave. Rischiano di rimetterci di tasca loro”.
Insomma per la minoranza i vari Oliviero, Franco Iodice, Bodyguard, Gigino Piccirillo e Giusy Merola sono arrivati alla frutta. Se così dovesse essere dopo il sindaco Flash, a Portico resterebbe a memoria il sindaco ‘superflash’.


AGGIORNAMENTO. Il consiglio comunale è ripreso verso le 23 e mentre l’esponente di opposizione, Carlo Piccirillo, stava facendo la sua dichiarazione di voto sul bilancio, è spuntato il revisore dei conti annunciando che è quasi pronto a consegnare la sua relazione sul documento contabile. Così il presidente Gigino Piccirillo ha sospeso nuovamente la seduta.

Portico di Caserta. Notte di passione a Portico di Caserta dove da oggi pomeriggio sta andando in scena uno dei consigli comunali più lunghi della storia recente della cittadina oggi dall’amministrazione di Giuseppe Oliviero.

Il consiglio è attualmente sospeso. Dopo gli emendamenti della minoranza il revisore dei conti non ha dato parere favorevole sul bilancio presentato. C’è uno squilibrio superiore ad un milione di euro, roba piuttosto seria. Se il bilancio non dovesse essere approvato il sindaco va a casa, ma non è da escludere che possa essere approvato lo stesso, anche contro il parere del revisore. La situazione è molto seria.

Si tratta di residui stralciati nel 2017 e che compaiono ancora nel documento in approvazione per oltre un milione.

Pee risolvere la situazione si dovrebbe approvare una delibera  di giunta, operazione che doveva essere fatta però il tre aprile. Secondo la minoranza l’unica soluzione è la fine dell’amministrazione comunale.

Questo l’ordine del giorno:

Dopo la lettura e l’approvazione dei verbali della precedente seduta di consiglio, si passerà al piano di razionalizzazione di dotazioni strumenti per il triennio 2018/2020; all’approvazione del programma triennale dei lavori pubblici e dell’elenco annuale dei lavori per l’anno in corso. Altri punti all’ordine sel giorno: approvazione del programma di acquisto di beni e servizi 2018/2019 e del documento unico di programmazione. Concluderá l’approvazione del bilancio di previsione 2018/2020.

SEGUE AGG.




Condividi