Addio Guido, città in lacrime dopo la tragedia all’alba

L’aggiornamento

Casapesenna. E’ una tragedia enorme quella che ha colpito tre ore fa la città di Casapesenna che perde un cittadino onesto e una persona perbene. E’ di Guido Zara il cadavere ritrovato questa mattina all’interno della sua Fiat Panda nel piazzale antistante il cimitero. Secondo la prima ricostruzione il 66enne si sarebbe tolto la vita sparandosi un colpo di pistola alla tempia.

Ex impiegato dell’Agenzia delle Entrate ora in pensione, Zara era molto conosciuto in città e apprezzato. Lo stesso sindaco De Rosa ha avuto parole molto belle per l’uomo. I carabinieri della Compagnia di Casal di Principe hanno informato la Procura della Repubblica di Napoli Nord per eventuali esami sulla salma anche se la dinamica della tragedia appare purtroppo chiara.

Il primo lancio di Edizione Caserta

Casapesenna. Dramma all’alba Casapesenna. Poco dopo le 6 e 40 è stato trovato in un’auto il corpo senza vita di un uomo.


E’ stato il figlio a dare l’allarme dopo averlo ritrovato esanime nella sua vettura, una Fiat Panda, ancora col pigiama addosso.  Sul posto sono giunti i carabinieri della Compagnia di Casal di Principe e un’ambulanza ma per l’uomo non c’era nulla da fare. La vittima è G.Z., 66 anni, impiegato statale in pensione e residente a Casapesenna: un uomo perbene e molto stimato in città per le sue doti umane.

Stando a quanto ricostruito dai militari dell’Arma il pensionato era uscito di casa all’alba in macchina e poi, arrivato all’esterno del cimitero, avrebbe compiuto l’insano gesto: qui si è fermato, ha preso la pistola e si è esploso contro un colpo di pistola all’altezza della tempia. Per lui purtroppo non c’è stato nulla da fare.

A fare la tragica scoperta è stato il figlio, in questi minuti sentito dai carabinieri della Compagnia di Casal di Principe che stanno provando a ricostruire la vicenda e il movente che ha portato l’uomo a commettere il gesto estremo. La città è sgomenta: lo stesso sindaco Marcello De Rosa che conosceva bene la vittima si è detto “incredulo. Era un amico sempre pronto a dare consigli”.

 




Condividi