Sprint della giunta per il Puc

Acerra. Con Delibera di Giunta comunale n. 50 del 11 aprile 2018, la Giunta comunale, su proposta del Sindaco di Acerra Raffaele Lettieri, ha dato mandato per implementare tutte le attività necessarie per la formazione del Piano Urbanistico comunale entro i termini previsti dalla Legge Regionale 19/2017, senza disperdere il notevole lavoro sviluppato negli anni precedenti. Inoltre, è stato dato mandato al Dirigente della V direzione di completare le formazione del PUC secondo la disciplina del Regolamento di Attuazione del Governo del Territorio n. 5 del 4.08.2011, confermando, per la parte ancora suscettibile di attuazione e non in contrasto con le indicazioni programmatiche del PTCP della Città metropolitana, le Linee di indirizzo dettate con la Delibera di Consiglio comunale n. 16 del 26.04.07 come integrata con la Delibera di Consiglio comunale n. 25 del 16.05.2013, adeguando anche il Preliminare di PUC già in possesso dell’Amministrazione comunale, al PTCP adottato con le Deliberazioni del Sindaco Metropolitano n. 25/2016 e n. 75/2016.

Lo strumento urbanistico attualmente vigente nel Comune di Acerra è il PRG adottato con Delibera C.C. n. 49 del 15.03.79 e approvato con Delibera di G.R.C. n. 8462 del 26.10.82, strumento oramai inefficace a disciplinare la trasformazione e conservazione del territorio comunale, anche in conseguenza dell’approvazione di piani sovraordinati che ne hanno confermato tutta la incapacità di governare i processi di modificazione del territorio sotto il profilo giuridico, sociale ed economico.


Il Comune di Acerra, già nel 2008 aveva manifestato la volontà di dotarsi di un nuovo strumento urbanistico, affidando la redazione del PUC allo Studio Benevolo; tale procedimento di formazione del nuovo piano ha impegnato risorse umane ed economiche, conseguendo la produzione di un’ampia ed apprezzabile documentazione di analisi, fino ad arrivare ad una consegna completa degli elaborati del PUC poi adottata dal Commissario straordinario con Delibera Commissariale n. 9 del 12/04/2012.

Nella Delibera di Consiglio comunale n. 25 del 16.05.2013 sono stati forniti, tra l’altro, atti di indirizzo per la riadozione del PUC secondo il Regolamento di attuazione del Governo del Territorio n. 5 del 4 agosto 2011 con contenuto analogo a quello del Piano già adottato, fatti salvi alcuni aggiornamenti derivanti da interventi in corso di realizzazione, furono demandate al Dirigente della VI direzione tutte le attività necessarie per dare corso al procedimento. In data  30.09.2013  fu ultimata la prima fase del  procedimento di formazione del  PUC, a luglio 2016, fu consegnato un nuovo Preliminare di PUC e un Rapporto Preliminare per la VAS, secondo premesse in parte diverse da quelle del 2008, a causa del tempo trascorso e delle mutate contingenze economiche. Infatti, nelle more dell’approvazione è stato adottato il PTCP della Città Metropolitana di Napoli, le cui vicende e i cui tempi di formazione si sono più volte intersecati e accavallati con quelle del PUC.

Con la Deliberazione n. 50 si risponde alla necessità di attivare la procedura di adeguamento, integrazione e modifica degli elaborati relativi alla proposta progettuale preliminare, lasciando naturalmente inalterati gli elaborati ancora utilizzabili e i significativi risultati dell’attività di studio già condotta.

 




Condividi