Furto al termovalorizzatore, operaio fermato dai carabinieri

ACERRA. Un operaio dipendente di una ditta responsabile del funzionamento del termovalorizzatore di Acerra è stato denunciato dai carabinieri forestali per furto di metalli estratti dai rifiuti e destinati alla combustione.

L’operaio, un cinquantenne, è stato bloccato dai militari della stazione forestale di Marigliano mentre, a bordo della sua vettura, stava trasportando una busta contenente rame e ottone, per 17 kg totali, verosimilmente destinati ad essere fusi e poi rivenduti. Il ricavato, secondo un stima, sarebbe stato di circa 100 euro.


Il responsabile della ditta, convocato dai carabinieri, ha riconosciuto quei pezzi di rame e ottone come quelli estratti dalla massa destinata al ciclo di lavorazione nel termovalorizzatore. Il materiale è stato restituito e il 50enne denunciato per furto aggravato.




Condividi