Papa muto dopo l’omicidio. Le condizioni dei feriti

Grazzanise. Resta riservata la prognosi delle due persone ferite ieri a Follonica (Grosseto) da Raffaele Papa, 29 anni, di Grazzanise, che sparando ha ucciso Salvatore De Simone, 42. All’ospedale Le Scotte di Siena sono ricoverati in rianimazione, in condizioni gravi, il fratello di De Simone, Massimiliano, 46 anni e Paola Martinozzi, 55 anni, dipendente di una farmacia.Quest’ultima si è trovata a passare per caso dal luogo dove Papa ha sparato: obiettivo del 29enne sarebbero stati i due fratelli De Simone, per una lite, così gli inquirenti, che andava avanti da tempo per vari problemi.

Papa, titolare di una rosticceria e socio di una ditta di onoranze funebri,  poi fuggito e bloccato a Grosseto, è stato sottoposto a fermo e trasferito in carcere.L’uomo non avrebbe fatto alcuna dichiarazione, rimanendo in silenzio davanti al pm.


Ritrovata intanto dai carabinieri la pistola che avrebbe sparato: si tratta di una calibro 9 con la matricola abrasa rinvenuta nel torrente Gora, alle porte di Follonica, dai sommozzatori dell’Arma e dei vigili del fuoco.




Condividi